Dash (DASH/USD)

*80.5% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

343,12488

ULTIMO VALORE

4,81%

ULTIMA VARIAZIONE

PERFORMANCE

+7,76%

1 settimana

+35,42%

1 mese

+353,42%

6 mesi

+299,45%

1 anno

Ultimo aggiornamento

-

Condividi su Facebook Twitter
Grafico
Descrizione

*I dati intraday e in tempo reale sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Dati completi Dash

DASH/USD

Simbolo

-

ISIN

%

Var. %

-

Apertura

-

Minimo oggi

-

Massimo oggi

Chiusura precedente

Minimo (52 sett.)

Massimo (52 sett.)

Descrizione Dash

Dash

Il Dash (DASH) è una criprovaluta di ultima generazione con base sul software del Bitcoin.
Precedentemente noto come Darkcoin e XCoin, si tratta si una criptovaluta open source e peer-to-peer che offre le stesse caratteristiche del Bitcoin ma anche delle implementazioni originali, come le transazioni istantanee - PrivateSend - e una gestione decentralizzata - DGBB.

La governance decentralizzata del Dash e il sistema di bilancio utilizzato la rende la prima criptovaluta gestita da un’organizzazione decentralizzata e autonoma.

Il Dash utilizza una struttura a due livelli per alimentare la propria rete. Il primo livello è costituito dai miners che assicurano la rete e scrivono le transazioni sulla blockchain. Il secondo livello è costituito dai masternode, che consentono le funzioni avanzate del Dash.

La storia del Dash

Sotto il nome di XCoin, la prima versione di quel che oggi è il Dash è stata lanciata il 18 gennaio 2014.

Nelle prime due giornate dal lancio, sono state estratte 1,9 milioni di monete, circa un quarto dell’attuale fornitura di Dash. Il creatore e sviluppatore del Dash, Evan Duffield, ha attribuito il cosiddetto «instamine» ad un errore nel codice.
Una volta risolto il problema, Evan su è offerto di rilanciare la moneta senza il sistema instamine, ma la comunità in gran parte disapprovata. Ha poi suggerito un «airdrop» di monete per ampliare la distribuzione iniziale, anche questa una proposta malvista dalla comunità. Come tale, la distribuzione iniziale è stata lasciata da sola e lo sviluppo del progetto è proseguito.

All’epoca della lancio del Dash, il mondo delle criptovalute era pieno di truffe e il dash è uno dei pochi sopravvissuti di quell’epoca. Il team di Dash Core, responsabile dello sviluppo della moneta, è ormai cresciuto e conta a 30 dipendenti a tempo pieno, 20 dipendenti a tempo parziale e decine di volontari non pagati. Tutti i dipendenti del Core Team sono pagati dal sistema di bilancio del Dash e pertanto non dipendono da donazioni o sponsorizzazioni che possono portare a conflitti di interesse. Ad oggi, il Dash ha risolto i noti problemi del Bitcoin come i tempi lenti di conferma, l’aumento delle dimensioni di ogni blocco, la governance decentralizzata e può vantare un budget per l’auto-finanziamento.

Perché il record del Bitcoin è merito del mercato (e non di Coinbase)

Perché il record del Bitcoin è merito del mercato (e non di Coinbase)

Prescindendo dall’IPO di Coinbase i nuovi massimi del Bitcoin erano nell’aria.

Approfondimenti Dash

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

Novembre 2018

Criptovalute: Dash conquista il Venezuela

Il Venezuela abbraccia le criptovalute e si fa conquistare da Dash: le novità introdotte per combattere la crisi