Opzione donna

Opzione donna è il regime sperimentale che consente alle donne che rispettano i requisiti fissati dalla legge di andare in pensione anticipata.
Possono accedere a Opzione donna le lavoratrici che entro il 31 dicembre 2015 hanno compiuto i 57 anni e 3 mesi di età (58 anni e 3 mesi nel caso di lavoratrici autonome) e hanno versato almeno 35 anni di contributi.
Le lavoratrici che optano per Opzione donna accettano di subire un taglio dell’assegno pensionistico del 25/30% in quanto lo stesso verrà calcolato secondo il metodo contributivo.

Opzione donna, ultimi articoli su Money.it

Pensioni 2020: quando è necessario il preavviso?

Teresa Maddonni

25 Novembre 2019 - 11:05

Pensioni 2020: quando è necessario il preavviso?

Per le pensioni 2020 sono previste delle finestre mobili di uscita e un preavviso almeno di 6 mesi per i dipendenti pubblici che scelgono Quota 100. Vediamo come funziona e quando è necessario.

Pensioni, novità 2020: proroghe, aumenti e conferme

Antonio Cosenza

19 Ottobre 2019 - 11:00

Pensioni, novità 2020: proroghe, aumenti e conferme

Pensioni: con il passare dei giorni si va delineando il piano del Governo per il 2020. Quota 100 sarà confermata, Opzione Donna e Ape Sociale prorogate. Possibile un piccolo incremento per gli assegni.

Opzione Donna 2020 confermata in Legge di Bilancio. Le novità

Giacomo Astaldi

16 Ottobre 2019 - 08:52

Opzione Donna 2020 confermata in Legge di Bilancio. Le novità

Rinnovo Opzione Donna confermato: la misura di pensionamento anticipato riservato alle lavoratrici donne che hanno maturato i requisiti necessari viene confermata nella Legge di Bilancio 2020, come anche Ape Social.