Investimenti

Con il termine investimenti ci si riferisce all’impiego di risorse finanziarie in attività o strumenti che determinino l’aumento del capitale su di esse investito da parte del soggetto.

Tale soggetto che mette in atto queste pratiche è definito con il termine di investitore, appunto. Come accennato in precedenza, lo scopo dell’investimento è aumentare il capitale, ma anche la propria soddisfazione personale, le proprie risorse e il proprio profitto. Queste e altre motivazioni possono spingere una persona ad investire.

Fondamentale per gli investimenti è possedere un capitale iniziale ossia una “somma” propria oppure ottenuta tramite prestito, che viene impiegata e investita su determinate attività e strumenti: se l’investimento ha successo il capitale recuperato è maggiore dell’iniziale. In caso di fallimento, invece, il capitale può anche considerarsi perduto.

Per questo motivo gli investimenti si dividono i rischiosi e meno rischiosi. Essi possono inoltre rivolgersi a diverse categorie e ambiti: investimenti sul capitale umano, di portafoglio, intangibili, personali, aziendali o pubblici, solo per citarne qualcuno.

Investimenti, ultimi articoli su Money.it

MPS: ombre cinesi dopo il crollo del titolo in borsa

Simone Casavecchia

16 Dicembre 2014 - 08:39

MPS: ombre cinesi dopo il crollo del titolo in borsa

La crisi di fine hanno dei mercati europei si aggrava: alle paure derivanti dalle scelte delle due ex superpotenze si aggiungono i timori derivanti dall’arrivo dei capitali cinesi nelle banche europee.

Investimenti pubblici: più pro che contro per la macroeconomia

Luca Pezzotta

21 Ottobre 2014 - 16:30

Investimenti pubblici: più pro che contro per la macroeconomia

Mentre tutto quello che è “pubblico” viene ultimamente demonizzato, il WEO del FMI sostiene che gli investimenti pubblici hanno effetti macroeconomici benefici sulla produzione e sul debito anche qualora fossero proprio finanziati a debito.