Paura contagi in una Regione, la prima a un passo dalla zona rossa

Emiliana Costa

13 Gennaio 2022 - 15:58

condividi

Valanga contagi in una regione italiana, negli ultimi sette giorni i casi di Covid sono cresciuti del 78,2%. Rischio zona rossa e lockdown.

Paura contagi in una Regione, la prima a un passo dalla zona rossa

In Italia oltre un milione di nuovi casi di Covid-19 in appena una settimana, diverse regioni a rischio zona arancione e una a un passo dalla zona rossa. È l’allarme lanciato dalla Fondazione Gimbe che ha parlato di «misure insufficienti a frenare la salita dei contagi».

Nella settimana dal 5 all’11 gennaio si registra un aumento del 49% dei nuovi casi di Covid-19, che sono stati 1.207.689 rispetto agli 810.535 dei sette giorni precedenti. In forte ascesa anche i casi attualmente positivi che sono 2.134.139 rispetto a 1.265.297 della scorsa settimana. Con un incremento del 68,7%. Entriamo nel dettaglio.

Una regione a rischio zona rossa

La regione a un passo dalla zona rossa è la Valle d’Aosta. Al momento, secondo i dati Gimbe, il tasso di occupazione dei posti in terapia intensiva è al 18,2%, Mentre il dato dei reparti ordinari è già da zona rossa, 53,5%.

Al momento la Valle d’Aosta è in zona gialla, ma con un altro paziente in terapia intensiva la regione alpina passerebbe in zona arancione e con altri quattro ricoveri in rianimazione potrebbe finire direttamente in zona rossa. La fascia considerata a maggior rischio epidemiologico, per la quale è previsto il lockdown, con la chiusura delle attività, anche per i vaccinati.

Come emerge dal monitoraggio Gimbe «nella settimana dal 5 all’11 gennaio in Valle d’Aosta si registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100mila abitanti (4.133) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (78,2%) rispetto alla settimana precedente. Sopra soglia di saturazione i posti letto in area medica (53,5%) e in terapia intensiva (18,2%) occupati da pazienti Covid-19».

L’incidenza dei nuovi casi positivi per 100mila abitanti è di 2.452. Per quanto riguarda le vaccinazioni, il 74,2% ha completato il ciclo vaccinale per il Covid-19 (media nazionale 79%), a cui aggiungere un ulteriore 4,3% (3,8%) che ha ricevuto solo la prima dose.

Il tasso di copertura vaccinale con dose booster è del 70,5% (61,5%). I bambini tra i 5 e gli 11 anni che hanno completato il ciclo vaccinale sono pari allo 0,1% (2,4%) a cui aggiungere un ulteriore 13,1% (15,9%) solo con prima dose.

Domani, venerdì 14 gennaio, il ministro della Salute Roberto Speranza firma l’ordinanza con il cambio di colore delle regioni da lunedì 17 gennaio, sancendo il possibile passaggio della Valle d’Aosta in zona arancione o rossa.

Impennata di contagi, l’allarme di Cartabellotta

L’incidenza di nuovi casi di Covid-19 in 56 province italiane supera i 2mila casi per 100mila abitanti. «Nell’ultima settimana - dichiara Nino Cartabellotta, presidente Gimbe - si è registrata un’ulteriore impennata di nuovi casi che hanno superato quota 1,2 milioni, con un incremento che sfiora il 50% rispetto alla settimana precedente e una media giornaliera che aumenta da 128.801 del 5 gennaio a 172.559 l’11 gennaio (+34%)».

L’ingente quantità di nuovi casi «incontrando una popolazione suscettibile troppo numerosa, sta progressivamente saturando gli ospedali, di conseguenza, molte regioni si avviano verso la zona arancione entro fine mese», conclude Cartabellotta.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it