Coronavirus, l’annuncio della Russia: registrato il primo vaccino al mondo

Il vaccino contro il coronavirus arriva dalla Russia: effettuata la prima registrazione al mondo. Dettagli e novità

Coronavirus, l'annuncio della Russia: registrato il primo vaccino al mondo

Il primo vaccino contro il coronavirus è stato registrato dalla Russia.

A comunicare la tanto attesa novità è stato pochi minuti fa lo stesso Vladimir Putin, secondo quanto riportato da diverse testate internazionali.

Come era ovvio che fosse la notizia ha fatto il giro del mondo: il vaccino contro il coronavirus è finito nuovamente sotto i riflettori a circa 8 mesi dall’esplosione dell’epidemia, poi tramutatasi in pandemia globale.

Vaccino coronavirus dalla Russia: tutte le novità

“Per la prima volta al mondo è stato registrato un vaccino contro il nuovo coronavirus”.

Con queste parole Putin ha annunciato la svolta medico-scientifica tanto attesa, il tutto a poche ore dall’allarme lanciato dalla stessa Russia sui rischi riguardanti la terapia immunizzante contro il COVID-19.

Putin tra l’altro ha reso noto che anche sua figlia ha ricevuto il vaccino contro il coronavirus del Russian Microbiology Research Center Gamaleya. La reazione? Una lieve febbre sparita però qualche tempo dopo.

La terapia immunizzante ha ottenuto dal ministero della Sanità il tanto atteso via libera e le novità in merito hanno fatto immediatamente il giro del mondo.

“So che il vaccino funziona in modo abbastanza efficace, garantisce un’immunità stabile e, ripeto, ha superato tutti i controlli”,

ha precisato Putin.

La sperimentazione (o almeno l’ultima fase della stessa) è stata condotta su 38 pazienti: tutti hanno reagito positivamente risultando successivamente immuni al COVID-19.

Stando alle ultime novità emerse, la somministrazione di massa del vaccino anti-coronavirus inizierà già dal mese di ottobre. Prima si procederà alla copertura delle persone più esposte (anziani, operatori sanitari e insegnanti) e le spese verranno interamente sostenute dallo Stato.

Argomenti:

Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Money Stories