Vacanze in Sardegna: cosa sapere su spiagge a numero chiuso e biglietti d’ingresso

3 Luglio 2022 - 23:09

4 Luglio 2022 - 11:09

condividi

Vacanze in Sardegna a numero chiuso. Per entrare nelle spiagge libere più belle dell’isola si dovrà prenotare l’ingresso e pagare un ticket. Ecco quali.

Vacanze in Sardegna: cosa sapere su spiagge a numero chiuso e biglietti d'ingresso

Spiagge a numero chiuso in Sardegna. Da diversi anni la Regione Sardegna applica delle regole piuttosto restrittive per gli ingressi nelle spiagge libere. Tra le motivazioni non solo l’evitare gli assembramenti, come negli scorsi due anni, ma anche la necessità di preservare e tutelare i paradisi naturali tipici del territorio.

Sono in particolare le spiagge più ambite, le più belle, ad aumentare i costi dei ticket di ingresso e diminuire i posti disponibili. Chi sceglie le vacanze in Sardegna deve non solo prenotare viaggio, hotel e attività, ma deve anche prendere in considerazione le spiagge. Infatti queste potrebbero essere sature e non permettere l’ingresso.

Tra le spiagge a numero chiuso o che richiedono un costo d’ingresso ci sono le più famose, come quelle all’interno dell’Arcipelago della Maddalena. La misura è applicata alle spiagge libere considerate più a rischio e per le quali l’accesso sarà controllato attraverso braccialetti, QR code e prenotazioni tramite applicazioni.

In questo articolo spiegheremo cosa c’è da sapere sulle spiagge a numero chiuso e quali e quanti sono i biglietti di ingresso per chi decide di andare in vacanza in Sardegna in quest’estate 2022. Ecco le spiagge a numero chiuso e le arenili da prenotare.

Santa Maria Navarrese e Cala Sinie

Nella provincia di Nuoro sono due le zone ad accesso limitato. Il tetto massimo giornaliero, quindi non rimpiazzabile, per le spiagge coinvolte è di circa 1500. Nello specifico a Santa Maria Navarrese sono consentiti al massimo 1300 accessi, mentre a Cala Sinie il numero massimo di bagnanti è di 1600.

Cala Marilou

Una delle spiagge più belle della Sardegna, nel golfo di Orosei, è Cala Marilou. Anche in questa spiaggia è previsto un numero massimo di accessi, che nel 2022 sono calati a 550 persone al giorno massimo. Anche se è una spiaggia libera, per garantirne la pulizia e la sicurezza, l’ingresso ha un costo di 1 euro.

Cala Coticcio e Cala Brigantina

Cala Coticcio e Cala Brigantina si trovano all’interno dell’Arcipelago della Maddalena, un parco che comprende le spiagge più belle e più fragili dell’intera isola. Basti pensare che molte delle sue spiagge sono vietate ai turisti dal 1994 per via del furto della famosa sabbia rosa. L’Arcipelago della Maddalena, un parco nazionale, ha vietato l’ingresso anche alla spiaggia del Cavaliere.

Inoltre è deciso di limitare l’ingresso anche alla Cala Coticcio e alla Cala Brigantina, permettendo solamente a 60 persone di visitarla. Per entrare è necessario prenotare online e pagare 3 euro a persona.

Lu Imposti e Brandinchi

Altre due spiagge sono state aggiunte alla lista di quelle a numero chiuso: Lu Imposti e Brandinchi. Non sono solo a numero chiuso, ma per l’ingresso serve anche pagare un ticket. Per i residenti l’accesso è gratuito, così come anche per i bambini sotto i 12 anni e per le persone disabili. Mentre per chi è ospite negli hotel della zona deve pagare un ticket di 1 euro, mentre per tutti gli altri il ticket è di 2 euro. Il numero di ingressi giornalieri sarà di 3300 persone per Lu Imposti e di 1447 per Brandinchi.

Punta Molentis

A sud della Costa Rei, in zona Villasimius, si trova Punta Molentis. Anche questa spiaggia diventerà a pagamento, con un costo di 1 euro a persona e l’ingresso sarà consentito a un massimo di 200 bagnanti al giorno.

Argomenti

Iscriviti a Money.it