Unicredit, rialzo al capolinea dopo la scure di Moody’s?

Claudia Cervi

03/11/2022

09/11/2022 - 09:17

condividi

Unicredit tocca nuovi massimi da febbraio ma per Moody’s l’outlook delle banche italiane passa da stabile a negativo. Dove può arrivare il titolo? Ecco come operare con i Certificati Turbo24 di IG.

Unicredit, rialzo al capolinea dopo la scure di Moody's?

Unicredit tocca nuovi massimi da febbraio a 12,968 euro, realizzando una performance mensile superiore al 23% a ottobre. Il titolo ha sovraperformato l’indice Ftse Mib (+10% mensile) e gli altri titoli del settore quotati a Piazza Affari, grazie alla spinta positiva dei risultati del terzo trimestre e alla revisione migliorativa della guidance per il 2022.

Sul comparto bancario tuttavia pende la scure di Moody’s che peggiora l’outlook delle banche italiane da stabile a negativo in vista di un deterioramento della qualità dei prestiti di famiglie e imprese per via dell’inflazione e di una contrazione del contesto macroeconomico nei prossimi mesi.

Il contesto di fondo e l’arrivo di Unicredit su ostacoli critici potrebbero dunque frenare le ambizioni di crescita del titolo.

Unicredit: quali prospettive dopo l’outlook negativo di Moody’s sulle banche italiane?

Le prospettive di breve-medio termine per l’economia italiana ed europea stanno peggiorando: l’esito ancora incerto della guerra in Ucraina, le tensioni sui prezzi dell’energia, l’inflazione incontenibile sui massimi da 40 anni e la stretta monetaria della banca centrale stanno mettendo a dura prova la tenuta dell’economia, facendo temere l’avvio di una recessione.

In questo contesto, l’agenzia di rating Moody’s prevede un deterioramento delle condizioni operative per le banche italiane nel prossimo anno, individuando particolari criticità nella qualità dei prestiti e nella redditività e nell’accessibilità ai finanziamenti degli istituti di credito, con la conseguente riduzione dei margini di interesse a causa dei maggiori accantonamenti per le perdite sui crediti.

Quali prospettive per Unicredit? Secondo le principali banche di investimento, il titolo può ancora salire e raggiungere target interessanti, grazie alla «combinazione di un outlook migliore per il margine di interesse e il costo del rischio nel 2023 e nel 2024 che eserciterà una pressione al rialzo sulle previsioni del consenso sui ricavi della banca e una pressione al ribasso sulle stime del costo del rischio». La view degli analisti di Goldman Sachs è spiccatamente rialzista, con un target price a 19,5 euro e rating confermato «buy».

Anche Citi ha recentemente ribadito la sua raccomandazione «buy» su Unicredit, alzando il fair value a 15,50 euro (da 15 euro precedenti). Secondo gli analisti questo valore riflette «i progressi della banca in termini di redditività/generazione di capitale, con un approccio prudente sulla qualità del credito che permetterà all’istituto di prepararsi all’impatto del rallentamento macroeconomico».

Azioni Unicredit: supporti e resistenze secondo l’analisi tecnica

Il quadro grafico di Unicredit mette in evidenza una solida tendenza rialzista che si è rafforzata nell’ultimo mese grazie al superamento degli ostacoli posizionati a 11 euro circa. Con l’accelerazione dell’ultima settimana i prezzi hanno toccato a 12,968 euro il livello più alto dal 25 febbraio in corrispondenza del 61,8% di retracement (Fibonacci) del ribasso in atto da inizio anno. L’arrivo su questi livelli e l’ipercomprato in cui sono sconfinati i principali oscillatori grafici potrebbero favorire prese di beneficio nel brevissimo termine. Eventuali flessioni non sarebbero preoccupanti per la tenuta dell’uptrend a meno di discese al di sotto di area 11,40. Al rialzo, la rottura dei 13 euro sposterebbe il target a 13,60 e 14,40 euro.

Vediamo ora come investire su Unicredit con i Certificati Turbo24 di IG.

Investire su Unicredit con i Certificati Turbo24 di IG

Per investire al rialzo sulle azioni Unicredit attendiamo quindi il test dei supporti a 11,40-11,60 euro per obiettivi a 13,60 euro e fino a 14,40 euro. Inseriamo lo stop loss sotto 11 euro.

Grafico giornaliero azioni Unicredit Grafico giornaliero azioni Unicredit Fonte: IG

Grafico giornaliero azioni Unicredit. Fonte: Piattaforma di trading IG

Per portare avanti questo tipo di operatività utilizzeremo un [Certificato Turbo24 di IG con codice ISIN DE000A239N61, selezionato tra i Turbo24 disponibili e filtrati in base al mercato sottostante, direzione (long, short o entrambe), livello di knock-out, leva, distanza dal livello di knock-out o numero ISIN.

Questo certificato long di IG ha un livello Knock-Out (KO) a 8,9853 euro, inferiore alla zona scelta per il nostro stop loss e leva 4 (dati rilevati alle 17 del 2 novembre 2022).

Per impostare correttamente l’ordine limit abbiamo utilizzato la funzionalità Turbo calculator che permette di confrontare il valore del contratto Turbo con quello del mercato sottostante. Grazie al Turbo calculator possiamo conoscere anticipatamente il prezzo di acquisto stimato del Turbo24 al raggiungimento di un certo valore del sottostante, in questo caso pari a 2,468 euro.

L’ammontare massimo che l’investitore può perdere è pari all’investimento iniziale: perché ciò accada le quotazioni di Unicredit dovranno raggiungere il livello di KO del Certificato, che rappresenta dunque lo stop loss dell’operazione.

I Certificati Turbo24 da IG sono disponibili 24 ore al giorno, cinque giorni alla settimana sul mercato regolamentato Spectrum Markets e il knock-out non scatta quando il mercato sottostante è chiuso.

INFORMAZIONI IMPORTANTI

Il presente documento è stato preparato da Money.it srl a socio unico (l’Editore), con sede legale in Via XX Settembre, 40 - 00187 Roma, Italia in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’editore stesso. La pubblicazione è sponsorizzata da IG che potrebbe essere controparte di operazioni aventi ad oggetto gli strumenti finanziari trattati nel presente documento. Le informazioni complete sugli strumenti finanziari, compresi i rischi, sono descritti nel rispettivo prospetto di base, unitamente ad eventuali supplementi, nonché nelle rispettive Condizioni Definitive. Il rispettivo prospetto di base e le Condizioni Definitive costituiscono gli unici documenti di vendita vincolanti per gli strumenti finanziari. Si raccomanda ai potenziali investitori di leggere attentamente tali documenti prima di effettuare qualsiasi decisione d’investimento, al fine di comprendere appieno i rischi e i vantaggi potenziali derivanti dalla decisione di investire negli strumenti finanziari. Gli investitori possono scaricare questi documenti e il documento contenente le informazioni chiave (KID) dal sito internet dell’emittente, IG Europe GmbH, società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte, su https://www.ig.com/. Inoltre, il prospetto di base, gli eventuali supplementi al prospetto di base e le Condizioni Definitive sono disponibili gratuitamente presso l’emittente. L’approvazione del prospetto da parte dell’autorità di riferimento non deve essere considerata un parere favorevole sugli strumenti finanziari offerti o ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato. Gli strumenti finanziari sono prodotti non semplici e di difficile comprensione. Il presente documento e le informazioni in esso contenute possono essere distribuiti o pubblicati solo nei paesi in cui tale distribuzione o pubblicazione è consentita dalla legge applicabile. Come indicato nel relativo prospetto di base, la distribuzione degli strumenti finanziari menzionati in queste informazioni è soggetta a restrizioni in alcune giurisdizioni. Questo messaggio pubblicitario non può essere riprodotto o ridistribuito senza previa autorizzazione dell’editore. Per informazioni su Money.it srl a socio unico, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO