Unicredit, ipotesi patto fra enti a sostegno dell’operazione Mps

Mauro Speranza

27 Settembre 2021 - 17:30

condividi

Le fondazioni socie di Unicredit sarebbero disponibili alla sottoscrizione di un patto a sostegno dell’acquisizione di Mps ma Cariverona sarebbe contraria.

Unicredit, ipotesi patto fra enti a sostegno dell'operazione Mps

Unicredit prosegue spedita a Piazza Affari mentre al centro dell’attenzione rimane l’operazione Monte dei Paschi di Siena.
Le azioni Unicredit sono scambiate a 11,258 euro, con una crescita superiore al 2% e una performance tra le migliori tra le blue chip di Piazza Affari.
Mentre si attende la presentazione del nuovo piano industriale a firma Andrea Orcel, si diffondono i rumor su un patto tra gli azionisti della banca di Piazza Gae Aulenti per sostenere il nuovo ad nell’affaire Mps, anche se questo trova l’opposizione di Cariverona.

Patto tra soci di Unicredit a sostegno dell’acquisto di Mps

Secondo le indiscrezioni diffuse da Radiocor, l’ad Orcel sarebbe riuscito ad ottenere il sostegno all’acquisto di Mps da parte delle fondazioni, pronte a stringere un patto tra soci.
I principali soci della banca milanese sembrerebbero compatti nel sostenere l’operazione alle condizioni già comunicate, in quanto rafforzerebbe la presenza dell’istituto sul territorio italiano senza indebolirlo dal punto di vista patrimonio.

L’obiettivo sarebbe quello di creare un soggetto unico nei confronti del management di Unicredit, in maniera che si apra un confronto federato e allo stesso tempo unitario allorché quando si prendono importanti decisioni, che magari possono riguardare quei territori di cui le fondazioni sono espressione.
La disponibilità sarebbe emersa nel corso di colloqui informali tra le fondazioni azioniste, facendo un passo avanti rispetto alla relazione informale tra “azionisti amici” fin qui tenuta.

La contrarietà di Verona

Per il momento, i nomi coinvolti nell’ipotesi non sono stati diffusi e tra le fondazioni socie storiche sono presenti quelle di Torino (Crt), Modena, Carpi, Reggio Emilia, Roma, Perugia, Monte di Bologna e Ravenna.
A questo gruppo, però, Radiocor esclude Fondazione Cariverona, la quale avrebbe definito questa ipotesi come “non fondata”, secondo fonti vicine all’ente scaligero.
Non si tratterebbe della prima volta in cui Cariverona si esclude da un patto tra soci, in quanto si era già tirata fuori da precedenti accordi tra fondazioni.

La trattativa Unicredit-Tesoro

Nel frattempo, da Bloomberg raccontano di importanti passi avanti nella trattativa tra Unicredit e Ministero del Tesoro relativamente all’acquisto di Mps.
Nonostante i progressi, però, un accordo ufficiale potrebbe arrivare solo verso la fine dell’anno, secondo il giornale americano, considerando anche il rallentamento delle trattative in attesa del turno elettorale del 3 e del 4 di ottobre.

L’accordo su Mps dovrà essere raggiunto prima della fine dell’anno per beneficiare della trasformazione in crediti fiscali delle DTA, stimabili a circa 2,3 miliardi di euro.
Inoltre, indiscrezioni ulteriori parlano di un’operazione Unicredit-Banco Bpm da realizzare una volta terminata dall’acquisizione della banca senese, da realizzare anche grazie alla mediazione delle fondazioni, tra cui Crt, presente nel capitale di entrambi gli istituti.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.