Ufo, dove trovare l’archivio del Pentagono con foto e informazioni inedite

Luna Luciano

1 Settembre 2023 - 19:02

Il Pentagono apre un nuovo sito per raccogliere tutti i file desecretati sugli Ufo. Ecco dove trovare l’archivio.

Ufo, dove trovare l’archivio del Pentagono con foto e informazioni inedite

Il Pentagono apre l’archivio online sugli Ufo con video inediti e documenti desecretati e il web freme. È questa la nuova sfida alla trasparenza in cui si è lanciato il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Il sito web statunitense fungerà da punto di raccolta di informazioni declassificate e quindi desecretate su fenomeni aerei non identificati, conosciuti meglio come Ufo.

Il sito, pubblicizzato come “sportello unico” per i documenti sugli oggetti volanti non identificati (Ufo), mostrerà ai cittadini americani e al resto del mondo il risultato del lavoro dell’ufficio creato ad hoc dal Congresso americano nel 2022, in accordo con Pentagono e Agenzie federali.

Questa operazione è il nuovo passo di un lungo processo per fornire “oggettive garanzie e informazioni” non solo sugli Ufo ma anche sugli Uap (fenomeni aerei non identificati), come spiegato dal segretario stampa della Air Force Brig, il generale Pat Ryder.

Sulla pagina verranno quindi messi a disposizione video e foto, oltre alle risposte alle domande più comuni sugli Ufo. Una notizia che ha reso felici migliaia di persone. Da decenni, infatti, gli Ufo e gli altri fenomeni aerei inspiegabili sono stati interpretati da numerose migliaia di persone come spie dell’esistenza di vita extraterrestre.

Dopotutto anche lo stesso Enrico Fermi si domandava “Ma dove sono tutti?”, alludendo alla possibilità matematica che esistessero altre vite in altre galassie. D’ora in poi, però, tramite questo sito sarà possibile trovare una risposta sulla natura di alcuni fenomeni. È lecito dunque pensare che non appena la pagina governativa statunitense sarà visibile a tutti, in migliaia si precipiteranno a consultare l’archivio. Ma dove trovarlo? E soprattutto come funzionerà? Cerchiamo di trovare una risposta a queste domande.

Ufo, dove trovare l’archivio del Pentagono con foto e file desecretati

Per poter consultare l’archivio basterà navigare sul sito della Aaro (Ufficio per la risoluzione delle anomalie di tutti i domini) per poter consultare i documenti pubblicamente disponibili sugli Ufo.

Documenti che dovrebbe far luce sul lavoro dell’ufficio speciale creato dal Congresso l’anno scorso che coordina gli sforzi di tutte le agenzie federali per rilevare e identificare quelli che il Pentagono definisce ufficialmente fenomeni anomali non identificati.

La pubblicazione del sito web è il passo successivo di questo processo, affinché il pubblico abbia informazioni e approfondimenti sugli ufo” ha dichiarato giovedì l’addetto stampa del Pentagono. Quello che i visitatori troveranno disponibile sul sito è tutto ciò che è stato declassificato e desecretato fino a quel momento.

Ufo, l’archivio del Pentagono con foto e file desecretate: come funzionerà

Ad accogliere i visitatori del sito c’è un messaggio di benvenuto del direttore Dr. Sean Kirkpatrick. Il team, si legge, sta guidando gli sforzi del Governo per affrontare i fenomeni anomali non identificati (Uap) “utilizzando un quadro scientifico rigoroso e un approccio basato sui dati”. Il sito potrà aggiornare regolarmente il pubblico sul lavoro e sui risultati dell’ufficio Aaro e per fornire un meccanismo per la segnalazione di Ufo, o meglio degli Uap.

In pratica quello che si potrà vedere online sono tutti i file desecretati b dagli esperti al lavoro sul tema. Per ora il sito include alcuni video, alcuni dei quali etichettati come “non risolti” o “non classificati”, con brevi descrizioni desunte dalle valutazioni dell’All-domain Anomaly Risoluzione Office (Aaro), che il National Defense Authorization Act ha istituito lo scorso anno.

Il sito web, però, non ospiterà solo foto e video sui casi Uap risolti non appena verranno declassificati e approvati per il rilascio pubblico, ma conterrà anche collegamenti a rapporti, trascrizioni e altre risorse come siti di localizzazione di aerei, palloni e satelliti. Nei prossimi mesi, infine, sarà annunciato anche uno strumento per consentire al pubblico di presentare segnalazioni di Ufo e Uap.

E se alcuni video e segnalazioni di Ufo presentano spiegazioni razionali (e terrestri), altri - come anticipato, sono presentati come “irrisolti”. Dopotutto in molti sognano da sempre di scoprire cosa si celi dietro eventi aerei non identificati. Ma insieme agli Ufo rimane accesa la speranza di alcuni di trovare prove di vita extraterrestre, vita che ricordiamo potrebbero essere anche forme di vita unicellulare su altri pianeti.

Dopotutto lo stesso Enrico Fermi, Nobel per la Fisica, si domandava “dove fossero tutti”, famoso infatti è il paradosso che porta il suo nome, che volendo spiegare in breve ragiona sul fatto con 10 miliardi di (presunti) pianeti abitabili soltanto nella Via Lattea e miliardi di galassie nell’Universo, è mai possibile che la vita si sia sviluppata solo sulla Terra?

Se così fosse, per dirla con Carl Sagan, “sarebbe davvero un enorme spreco di spazio”. E mentre la Scienza lavora e progredisce, cercando di trovare una risposta anche a questo quesito, è già una conquista poter finalmente consultare file desecretati sugli Ufo, eventi che hanno colonizzato l’immaginario collettivo e culturale.

Argomenti

# Spazio

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo