Energia eolica: la Svizzera ha un potenziale inespresso pari alla metà del suo fabbisogno

30 Agosto 2022 - 16:52

1 Settembre 2022 - 16:16

condividi

Se in Svizzera venisse utilizzato soltanto il 30% dell’energia eolica ancora non sfruttata, il Paese avrebbe a disposizone 8,9 TWh di energia in più ogni anno.

Energia eolica: la Svizzera ha un potenziale inespresso pari alla metà del suo fabbisogno

In Svizzera ogni anno potrebbero essere generati 29,5 terawattora (TWh) di energia se solo si sfruttasse adeguatamente la potenzialità eolica disponibile nelle valli e nelle pianure del Paese. Una quantità enorme, se si considera che la Svizzera consuma circa 61 TWh di elettricità all’anno.

I dati dell’Ufficio Federale dell’Energia

I dati sono stati resi noti dall’Ufficio Federale dell’Energia (Ufe) al termine di una accurata indagine condotta dalla società svizzera Meteotest AG, finalizzata a determinare l’effettivo potenziale eolico del Paese, in un momento in cui tutto il mondo ha fame di elettricità.

È probabile che il risultato emerso abbia fatto sobbalzare sulla propria sedia a Berna più di un funzionario. È stato calcolato infatti che se in Svizzera venisse utilizzato soltanto il 30% del potenziale eolico ancora inespresso, pari a circa 1000 impianti di ultima generazione, la Confederazione avrebbe a disposizione 8,9 TWh di energia in più ogni anno.

Meglio tardi che mai?

Ma perché allora l’efficentissima Confederazione non ha pensato prima a questa opportunità, evitando di trovarsi costretta a promuovere una vasta campagna di «risparmio volontario» di energia tra privati e imprese? Semplice: a fare la differenza è l’evoluzione tecnologica che oggi permette di realizzare impianti eolici molto più grandi e potenti.

L’ultimo studio condotto dalla Svizzera sulle proprie potenzialità energetiche risale al 2012. Da allora molto è cambiato. Lo studio promosso dall’Ufficio federale dell’energia dimostra che con le nuove pale eoliche, il potenziale sostenibile dell’energia generata dal vento si aggirerebbe intorno a 29,5 TWh all’anno, di cui 19 TWh in inverno.

Quanti impianti servirebbero

Basterebbe sviluppare il 30% del potenziale eolico globale - pari a circa 1000 impianti eolici - per permettere alla Svizzera di contribuire in modo significativo a un approvvigionamento elettrico più autonomo con una sensibile riduzione della dipendenza dall’estero. Mille impianti eolici permetterebbero una produzione energetica di 8,9 TWh all’anno, di cui 5,7 TWh in inverno. Quasi quanto produce la centrale nucleare svizzera di Gösgen, che ogni anno genera circa 8 TWh.

Pale sì, ma non dappertutto

Lo studio affidato dalla Confederazione ha riguardato tutte le superfici disponibili, esclusi i comprensori abitati, le aree protette per finalità naturalistiche, paesaggistiche e le zone di particolare sicurezza.

Argomenti

Iscriviti a Money.it