Sterlina in forte ribasso: la colpa è di BoE e dati macro

La sterlina inglese giù dopo dati e BoE: grande batosta per il Regno Unito prossimo alla Brexit

Sterlina in forte ribasso: la colpa è di BoE e dati macro

La sterlina inglese ha imboccato precipitosamente la via del ribasso dopo i dati macroeconomici provenienti dal Regno Unito e dopo i commenti giunti dalla Bank of England.

A deludere è stato sicuramente il Prodotto Interno Lordo, che nel mese di novembre ha registrato un’inattesa flessione di 0,3 punti percentuali, ma non è finita qui.

Anche le rilevazioni riguardanti la produzione industriale e manifatturiera del Paese hanno rivisto negativamente le attese dipingendo un quadro piuttosto negativo che ha portato la sterlina inglese a perdere ulteriore terreno.

L’andamento del cambio GBP USD nelle prime ore del mattino

Sterlina inglese reagisce ai dati macro: l’accaduto

La discesa del pound è diventata più evidente alle 10:30, quando il Regno Unito ha alzato il velo sullo stato della sua economia, contrattasi dello 0,3% a novembre scorso. Il dato ha deluso tutte le attese degli analisti, ferme allo 0,0%.

Eppure non è stato soltanto il PIL a determinare la discesa della sterlina inglese. La produzione industriale e quella manifatturiera (rilevate sempre nel mese di novembre) hanno fatto la loro parte rivedendo negativamente le previsioni e deludendo l’intero mercato.

La prima è scesa dell’1,2% su base mensile e dell’1,6% su base annuale, mentre la seconda si è contratta rispettivamente dell’1,7% e del 2% nello stesso arco di tempo.

Occhi sulla Bank of England

Se da una parte i dati macro hanno rafforzato il trend ribassista del pound, dall’altra una precisazione è d’obbligo. Le perdite della sterlina inglese oggi registrate sono iniziate ben prima delle rilevazioni sul PIL e sulla produzione.

Nella mattinata odierna il cambio GBPUSD ha risentito negativamente di alcuni commenti giunti dalla banca centrale britannica, più precisamente da Gertjan Vlieghe, che abbracciando una linea già espressa da Mark Carney ha aperto le porte a nuovi tagli dei tassi di interesse.

Al momento in cui si scrive, la sterlina inglese sta perdendo più di mezzo punto percentuale e sta scambiando su quota 1,298 contro il dollaro statunitense.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Sterlina (GBP)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.