Il quiz per la patente è una spada di Damocle per molti ragazzi, tra i quali moltissimi alle prese ancora con la scuola o l’università. Così, tra i compiti di matematica e italiano, o magari nel bel mezzo di un esame, si ritrovano a dover studiare anche il manuale per superare lo scritto della patente, provando a esercitarsi con i quiz. Operazione semplice per chi è abituato a maneggiare libri di testo? Tutt’altro.

I consigli per superare indenni il quiz per la patente sono rivolti a loro, così come a chi lavora ed è già provato dalla stanchezza o a chi è a caccia di un impiego e magari ha la mente rivolta altrove. L’importante è non mollare: come vedremo ci sono anche alcuni trucchi che, se interiorizzati, possono risultare decisivi per passare all’esame teorico di guida.

Quiz patente: i consigli

Il primo passo obbligatorio per conseguire la patente è superare lo scritto: un quiz a risposta multipla (dove le uniche risposte possibili sono VERO o FALSO) con quaranta domande scelte a caso tra le 7.200 del database ministeriale, divise tra 25 argomenti. O meglio, non esattamente a caso, perché, ad esempio, su RCA, primo soccorso, segnali di indicazione e pannelli integrativi, ne troverete soltanto una, mentre su segnali di pericolo, divieti, precedenza, incroci, limiti di velocità e distanza di sicurezza ce ne saranno due.

Sapendo questo, il primo consiglio è saper riconoscere i segnali, che del resto vi servirà anche nell’esame di guida, nonché nella vita di tutti i giorni, una volta ottenuta la patente. Non è complicato: i triangoli indicano pericolo o segnali di precedenza, i cerchi obblighi (con disegni bianchi su sfondo blu) o divieti (con bordo rosso, sfondo bianco o simbolo nero).
Imparare tutte le domande a memoria richiederebbe un computer nel cervello e quelle a cui dovrete rispondere rappresentano appena lo 0,55%. Certo, esercitandosi parecchio aumentano le possibilità che all’esame vi capiterà un cospicuo numero di domande nelle quali vi siete già imbattuti: non è il superenalotto, insomma, anche perché qui la fortuna ha un peso relativo, praticamente nullo.

Il modo più semplice per superare l’esame scritto della patente è lo stesso valido per qualunque esame: studiare. Leggere il manuale, dunque, poi passare agli esercizi. A poco più di 10 euro trovate tutto su Amazon: c’è un’ampia scelta di testi, ma il più aggiornato ad ora è “La Patente di guida A, B, BE - Edizione 2021 Apogeo”.

Se questi vi sembrano consigli scontati (ed eternamente validi) nel prossimo paragrafo passeremo in rassegna i trucchi.

Quiz patente: i trucchi

Il consiglio principale, che si possa dare a un ragazzo o una ragazza che si appresta ad affrontare il quiz della patente, è prestare particolarmente attenzione alle parole che sono contenute nelle domande, perché è dietro di esse che si nascondono i trabocchetti, quelli che spesso fanno sbagliare anche gli studenti più preparati, che hanno letto tutto il manuale e provano a rispondere seguire una logica. La logica, appunto, va seguita anche nell’analizzare le parole.

Ecco perché, se trovate termini “assolutistici”, come mai, sempre, solo, vi troverete molto probabilmente di fronte a una risposta falsa, mentre avverbi come generalmente, ordinariamente, maggiormente, vi mettono indicativamente sulla strada di una risposta vera. Il motivo è semplice: ci sono quasi sempre eccezioni che sfuggono alle norme abituali, ma leggete con attenzione il quesito, perché può capitare che non sia così. Un esempio? Ci sono quattordici domande con il termine “esclusivamente” e solo uno di questi è vero. Fin qui arriva la logica, ma per quanto vi possa sembrare strano, considerando che il quiz viene estratto da un database chiuso, è possibile persino categorizzare le parole dividendo tra quelle che contengono solo domande con risposte vere e quelle che contengono solo domande con risposte false.

Ecco qui un mini-elenco dei termini presenti nelle domande alle quali rispondere FALSO: chiusa, frizione, unicamente, diurne, interrotta, obbligatoriamente, pagamento, quanti, affiancati, alternato, bere, facoltativo, infrazione, parco, richiamare, acceleratore, chilometro, allontanare, mezzeria, nastro, prosegue, differenziale, unicamente.

Ecco un mini-elenco dei termini presenti nelle domande alle quali rispondere VERO: abbagliare, alcune, aprire, richiede, brusche, improvvisamente, potrebbe, impedire, effettiva, esterno, limitare, causare, comportare, difficoltoso, diminuzione, frenate, rendere, ripetuto, sedile.

Come fare a memorizzarle? Provate a costruire frasi che contengano solo parole “false” o solo parole “vere”, così vi sarà più semplice.

Strategie per superare il quiz della patente

Nella maggioranza dei casi, come detto, le domande ingannevoli, sono tali perché contengono al loro interno dei termini fuorvianti o sono costruite in modo fuorviante. Facciamo un esempio:
La patente di categoria B abilita a condurre solo autovetture con al massimo 9 posti compreso il conducente”.

Rispondereste vero? Consolatevi, è un errore comune: a quanto pare quasi due su tre sbaglia. Dov’è l’inganno? Nel termine “solo”: con la patente B, oltre alle autovetture, si possono condurre anche altri tipi di veicoli come ciclomotori, autocarri e così via. Dovrete quindi prestare attenzione a ogni singolo termine e leggere bene ciascuna domanda.

Facciamo un altro esempio: “Bisogna usare maggiore prudenza nei confronti dei conducenti di tricicli a motore”. Pensate sia vera? Anche qui solo un terzo risponde bene: falso, perché la prudenza va usata soprattutto con anziani, bambini, disabili e ciclisti, che sono considerati utenti più deboli. In questo caso l’inganno è nel termine “maggiore”.

Fate molta attenzione, poi, ai significati dei segnali: se c’è la scritta “alt” non dovrete rallentare, ma fermarvi, se ci sono dossi o cunette, non c’è una strada deformata, se la freccia a sinistra va verso il basso (in senso diagonale e non orizzontale) non indica un obbligo di svolta, ma di passare a sinistra un ostacolo. L’attenzione, insomma, è seconda solo allo studio: anche quando pensate di sapere tutto, basta un termine a farvi sbagliare. E se proprio non sapete cosa rispondere, magari perché sta finendo il tempo e non potete leggere attentamente, magari rispondete FALSO. Sappiate che, database alla mano, nella maggior parte dei casi è quella la risposta esatta.

Quiz patente e Covid-19

Va infine ricordato che, poiché da più di un anno a questa parte dobbiamo fare i conti con l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, in quest’ottica la legislazione ha messo a disposizione dei candidati alcuni strumenti per far fronte a questo problema. Con le restrizioni messe in atto dal Governo, si ha la possibilità di utilizzare le lezioni teoriche a distanza (la cosiddetta FAD, formazione a distanza), ma solamente per gli allievi iscritti a una scuola guida.

Per quanto riguarda i termini per superare l’esame scritto della patente, che fino allo scorso anno era di 6 mesi, è stato prorogato dal Governo di altri 6 mesi arrivando ad un totale di 12 mesi.