Quanto guadagna Tiger Woods, il recordman di incassi nella storia del golf?

Tiger Woods è tornato al successo vincendo il suo 15° Major in carriera: la biografia e i guadagni di colui che ha frantumato ogni record di incassi nel mondo del golf e dello sport in generale.

Quanto guadagna Tiger Woods, il recordman di incassi nella storia del golf?

Tiger Woods è tornato. Undici anni dopo l’ultimo successo in un Major e con qualche capello in meno, il golfista statunitense si è aggiudicato il Masters dopo una sfida serrata con il connazionale Brooks Koepka.

Una vittoria che gli ha consentito di mettere in bacheca il suo quindicesimo Major in carriera, avvicinando così il record di vittorie che è al momento è detenuto dalla leggenda del golf Jack Nicklaus che è a quota diciotto successi.

Un record che invece è da anni saldamente nelle mani di Tiger Woods è quello di golfista che più ha vinto in carriera, tanto che il suo nome risulta anche nella classifica di Forbes degli sportivi che più hanno incassato nel 2018 nonostante i risultati non brillantissimi nello Slam.

La biografia di Tiger Woods

Il 13 aprile 1997 il ventunenne Eldrick Tont Woods, noto a tutti però come Tiger, stupiva tutto il mondo del golf vincendo il Masters Tournament in Georgia e conquistando così il suo primo Major.

Il 14 aprile 2019 a trionfare di nuovo al Masters è sempre lui, ottenendo la sua quindicesima vittoria in un Major dopo undici anni di digiuno e avvicinando così il record di diciotto successi che appartiene a Jack Nicklaus.

In mezzo a questi ventidue anni che hanno separato il primo grande successo in carriera dall’ultimo, è capitato praticamente di tutto nella vita di Tiger Woods: vittorie a raffica, valanghe di soldi guadagnati ma anche un turbolento divorzio e un declino che lo ha portato anche a ricoverarsi in una clinica per “sesso-dipendenti”.

Nato il 30 dicembre del 1975 a Cypres, cittadina della California vicina al confine con il Messico, a dargli il soprannome “Tiger” è stato papà Earl, un veterano del Vietnam, mentre la mamma Kultida è originaria della Thailandia.

Dopo aver iniziato a giocare a golf fin da piccolo, Woods già a 15 anni era considerato una sorta di ragazzo prodigio dopo essere stato il più giovane ad aggiudicarsi i Campionati nazionali juniores, replicando poi il successo anche nei due anni successivi.

Diventato professionista nel 1996, l’anno successivo arriva il primo successo in un Major conquistando il Masters, imponendosi ben presto anche negli altri tre tornei dello Slam: gli U.S. Open, il PGA Championship e i British Open.

A lungo numero uno del ranking mondiale, prima del recente successo sempre in Georgia Tiger Woods era rimasto a secco per undici anni. Un lungo periodo segnato da scandali e da notizie riguardanti più la sfera del gossip che quella dello sport.

La storia della fine del suo matrimonio con la modella svedese Elin Nordegren è nota a tutti. La coppia che ha avuto due figli, nel 2009 si è separata a causa dei continui tradimenti di Tiger: la donna secondo il settimanale People da questo divorzio potrebbe aver incassato una cifra tra i 100 e i 500 milioni di dollari.

Dallo scoppio dello scandalo la carriera di Tiger Woods non è stata più la stessa, con la sesso-dipendenza e l’arresto nel 2017 in Florida per guida in stato di ebbrezza. Adesso però con il nuovo successo al Masters, il golfista sembrerebbe essere tornato ai suoi vecchi standard dopo un lungo periodo buio.

I guadagni in carriera

Nel ricco mondo del golf, Tiger Woods nella sua carriera ancora in corso è stato il golfista che più ha guadagnato nella sua storia. Come se non bastasse, è stato anche il primo sportivo al mondo a superare il miliardo di dollari di incassi tra vincite e sponsor.

Fin dal 1996, anno del suo approdo tra i pro, Woods è stato sponsorizzato dalla Nike. L’ultimo accordo prevede un compenso pari a 25 milioni di dollari l’anno più le royalty. Oltre a essere stato il testimonial del videogioco Tiger Woods PGA Tour, nel suo periodo d’oro per sponsorizzare Gatorade la Pepsi gli garantiva 100 milioni l’anno.

Al momento il golfista californiano può contare su contratti di sponsor con Bridgestone, Hero, Full Swing, Monster, Kova, PGA Tour, Upper Deck, Taylor Made e, naturalmente, anche con la Nike.

Non è un caso che nel 2007 è stato lo sportivo più pagato al mondo con oltre 122 milioni incassati. Primo posto attribuito da Forbes anche nel 2012 con 83,1 milioni. Nel 2016 il suo patrimonio personale è stato stimato in 740 milioni di dollari.

Sempre Forbes nel 2018 ha parlato per il golfista di guadagni per 36,7 milioni, sedicesimo nella classifica riguardante tutti gli sportivi. Con la recente vittoria al Masters, Tiger Woods oltre al ritorno al successo si è assicurato anche un assegno da 2 milioni di dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Biografie

Argomenti:

Biografie

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.