Quanto costerà riscaldare casa questo inverno

1 Ottobre 2022 - 12:29

condividi

Rispetto ai dati pre pandemia quest’anno riscaldare casa in inverno arriverà a costare anche il triplo in alcune zone d’Italia. Le stime elaborate da Ecco.

Quanto costerà riscaldare casa questo inverno

Si preannuncia un inverno non facile per le famiglie italiane chiamate a sforzi incredibili per potersi riscaldare, visti i rincari energetici che, dopo le recenti tensioni geopolitiche culminate con il sabotaggio del gasdotto Nord stream, potrebbero salire ulteriormente.

Se, come fatto da Ecco, il think tank italiano indipendente per il clima, si mette a confronto il costo dell’ultimo anno pre pandemia con quelli previsti quest’anno, si noterà come gli italiani per lavarsi, riscaldarsi e cucinare pagheranno in alcune zone d’Italia anche il triplo.

“Cifre preoccupanti. Impossibile definire con certezza i prezzi del gas per il prossimo inverno ma le nostre stime confermano che lo sforzo economico per famiglie e imprese sarà ingente, indipendentemente dai sostegni assicurati dall’intervento pubblico” - il commento di Matteo Leonardi, co-fondatore e direttore esecutivo delle Politiche nazionali di Ecco.

Quanto costerà riscaldare casa questo inverno: i casi di Milano, Roma e Palermo

Ecco, il think tank italiano indipendente per il clima, ha preso in analisi il costo della bolletta nell’inverno 2019/2020, l’ultimo prima della pandemia, con le stime di quest’anno in base al prezzo del gas di settembre. Ha poi preso 3 abitazioni tipo da 38, 70 e 110 metri quadrati in tre città italiane, Milano, Roma e Palermo, per capire quanto costerà in più riscaldarsi quest’anno.

Nonostante gli interventi del Governo se una famiglia milanese che abita in una casa di 70 metri quadrati lo scorso anno spendeva in media 7 euro al giorno per riscaldarsi, quest’anno ne spenderà 21, il triplo. A Roma le cose non andranno meglio e nei giorni più freddi dell’anno riscaldare una casa di 110 metri quadri potrebbe costare fino a 36 euro al giorno. Costo che scende a 27 euro al giorno a Palermo, dove la temperatura più fredda è di oltre 8 gradi superiore a quella di Milano.

Questi sono solo alcuni dei numeri, che se rapportati al consumo annuo mostrano cifre enormi. Ad esempio, riscaldare, produrre acqua calda e cucinare a Milano in una casa di 38 metri quadrati, dal periodo novembre-marzo, ci vorranno circa 800 euro in più rispetto ai numeri dell’inverno 2019-2010 con un incremento di circa il 200% rispetto all’epoca pre pandemia.

In una casa di 70 metri quadrati, circa 1.540 euro e in un’abitazione di 110 metri quadrati si spenderanno circa 2.400 euro in più. A Roma e Palermo le cose non andranno meglio.

Francesca Andreolli, ricercatrice del programma energia di Ecco ha parlato di “un inverno difficile, e non per una tanto paventata mancanza di volumi di gas visto che il livello degli stoccaggi ha raggiunto il 90%, ma per il costo della materia prima". Se i prezzi dovessero restare tali, soluzioni come azzeramento degli oneri e dell’Iva al 5% serviranno a ben poco per ridurre il costo per le famiglie e le imprese italiane.

Una possibile soluzione potrebbe essere portare la casa ad un livello di efficienza energetica massima. Ad esempio se si passa ad un livello A, il più efficiente nella classifica europea, rispetto ad una G che quella media per le famiglie italiane, i consumi si ridurrebbero drasticamente. A Milano passerebbero giornalmente da 27 a 9 euro, a Roma da 23 a 8, a Palermo da 16 a 6.

Una differenza notevole anche con le abitazioni più piccole. In quelle da 70 metri quadrati, a Milano, si passerebbe dai 17 euro della classe G ai 6 della classe A, a Roma da 15 a 5 euro e a Palermo da 10 a 4 euro.

Argomenti

# Costi
# Casa

Iscriviti a Money.it