Quanto costa organizzare i Mondiali di calcio 2022? Spese e ricavi

Rosaria Imparato

21/11/2022

21/11/2022 - 13:36

condividi

I Mondiali di calcio 2022 in Qatar sono iniziati, ma quanto costa organizzarli? Vediamo quali sono le spese, i profitti e i ricavi di questa edizione, la più costosa e contestata di sempre.

Quanto costa organizzare i Mondiali di calcio 2022? Spese e ricavi

I Mondiali di calcio 2022 in Qatar sono iniziati il 21 novembre e continueranno fino al 18 dicembre. Quanto costa organizzarli e quali sono le spese connesse? Questa edizione è di gran lunga la più costosa di sempre, ma anche la più contestata.

L’emiro del Qatar Tamim bin Hamad Al Thani ha aperto ufficialmente la Coppa del Mondo con queste parole:

«Diamo il benvenuto alla Coppa del mondo. Abbiamo lavorato in tanti e duramente per allestire un torneo di successo, abbiamo profuso tutti i nostri sforzi per il bene dell’umanità. Finalmente il giorno che tutti aspettavamo è arrivato. Seguiremo il grande spettacolo del calcio, è bello che i popoli mettano da parte ciò che li divide e mettano inseme ciò che li unisce. Che siamo giorni che possano ispirare bontà è speranza. Benvenuti e buona fortuna a tutti».

In precedenza l’attore Morgan Freeman aveva aperto la kermesse dicendo «Quello che ci unisce, in questo momento, è più importante di quello che ci divide».

Al momento, le spese per l’organizzazione del Mondiale di calcio sono arrivate a circa 220 miliardi di euro. Cifre altissime, considerando che l’edizione più costosa di Coppa del mondo finora era stata quella che si è tenuta in Brasile nel 2014, costata «solo» 15 miliardi.

Com’è stato possibile questo tipo di investimento? Grazie alla propria economia basata sul petrolio, il Qatar in 12 anni ha costruito da zero buona parte delle strutture necessarie a ospitare gli la Coppa del mondo.

Quanto è costato organizzare il Mondiale di calcio 2022 al Qatar tra investimenti in stadi e infrastrutture

Il Qatar ha fatto un enorme investimento nelle infrastrutture: sono stati costruiti nuovi stadi, alberghi, strutture turistiche e aeroporti. Investimenti sono stati fatti anche su scuole, ospedali, e per l’ammodernamento delle strade urbane. Centinaia di miliardi di euro per un avvenimento che dura poco più di un mese. Tuttavia, Al Nuaimi, membro della famiglia reale emira, ha detto che l’organizzazione del Mondiale di calcio rientra in un programma più ampio, chiamato «Qatar National Vision 2030». Gli enormi investimenti fatti sulle infrastrutture erano previsti in questo progetto, ed erano stati pianificati prima della notizia dell’assegnazione Fifa.

Al Nuaimi ha precisato che tutti questi investimenti erano già stati pianificati, il Mondiale non ha fatto altro che accelerare i tempi. Non è stato badato a spese: c’è il Khalifa International Stadium di Al Ryyan (50mila posti), edificato nel 1975 e rinnovato nel 2017 con tetto retrattile e aria condizionata, sarà il primo degli otto stadi a riaprire. La prima arena costruita da zero è stata invece Al Janoub Stadium (40mila posti; inaugurato a maggio 2019); gli stadi «Education City» (45mila posti) e Ahmad bin Ali di Arryan (40mila posti) sono stati aperti l’anno scorso.Poi ci sono lo Al Bayt di Al Khor (60mila posti; partita inaugurale) e lo Al Thumama (40mila posti) di Doha. In totale, sei arene sono già pronte per il torneo.

Sono state completate anche le ultime due strutture, tra cui il Ras Abu Aboud, 40mila posti, di Doha. Si tratta di uno stadio fatto di container che può essere smantellato e riutilizzato altrove.

Ma il Qatar fa le cose in grande. È stata anche costruita una città intera per l’occasione: si chiama Lusail, ha abitazioni per almeno 450mila persone (più di Bologna e Firenze).

Nello stadio Lusail Iconic Stadium, con 86mila posti, verrà giocata la finalissima del Mondiale 2022. In pratica, la finale verrà giocata nella prima città appositamente costruita con questo scopo.

Quanto costano i biglietti per il Mondiale di calcio 2022

I biglietti che costano di più sono, naturalmente, quelli della finale del 18 dicembre al Lusail Stadium: costano 5.850 riyal del Qatar, pari a circa 1.400 euro. Secondo un’analisi presentata dall’agenzia Associated Press, il costo per assistere alla finale della Coppa del Mondo in Qatar è il 46% più alto rispetto alla finale dei Mondiali in Russia.

I biglietti di seconda categoria costano 3.650 riyal qatarioti, cioè 850 euro, in aumento di oltre il 30% rispetto ai 625 euro della finale di quattro anni fa.

I biglietti più accessibili per i fan internazionali sono quelli di categoria tre, venduti a 2.200 riyal del Qatar, cioè 516 euro, circa 100 euro in più rispetto ai 400 euro dell’ultima volta.

I biglietti finali di categoria quattro per i residenti locali costano 750 riyal del Qatar, 175 euro.

Per le partite della fase a girone, i residenti del Qatar possono acquistare i biglietti per 40 riyal qatarioti, corrispondenti a 10 euro.

Si preannuncia un vero e proprio spettacolo, anche se l’Italia non potrà fare il tifo per la propria squadra. Tuttavia, un po’ per il caldo (e infatti questi sono i primi mondiali che si svolgono d’inverno), un po’ perché il Qatar si è qualificato, non mancheranno i colpi di scena.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.