Quanto costa giocare al Camp Nou di Barcellona con gli amici

Chiara Esposito

2 Giugno 2022 - 19:15

condividi

Il Barcellona indebitato affitta il Camp Nou: ecco quanto costa e come prenotare una partita con gli amici allo stadio.

Quanto costa giocare al Camp Nou di Barcellona con gli amici

Da semplici spettatori a protagonisti per un’ora: i tifosi del Futbol Club Barcelona potranno calpestare l’erba del Camp Nou disputando una partita con i propri amici. I blaugrana, per far fronte a un periodo difficile per le proprie casse, hanno annunciato che nel mese di giugno tutti gli appassionati potranno utilizzare lo stadio più grande d’Europa come terreno di gioco personale.

La società catalana ha lanciato l’iniziativa tramite il proprio sito internet e ha già reso noto il prezzo che ogni aspirante giocatore dovrà pagare per vivere quest’esperienza specificando anche come prenotarsi e il regolamento applicato. Affittando il campo proprio come normalmente si fa per il calcetto settimanale, i pochi fortunati che riusciranno ad aggiudicarsi quest’occasione in «edizione limitata» avranno accesso anche a una serie di servizi. Compreso nel costo ad esempio ci sarà l’utilizzo degli spogliatoi, gli stessi utilizzati dai ragazzi di Xavi.

Ecco quindi i dettagli resi noti dal club e tutte le informazioni utili per scendere sul campo come i campioni.

Quanto costa giocare al Camp Nou

Il costo complessivo per quest’esperienza, come prevedibile, è piuttosto elevato. Il biglietto d’ingresso per ogni giocatore ammonta a 300 euro. Chi vorrà e potrà investire una simile cifra avrà a disposizione 60 minuti con un minimo di 40 minuti giocati e 15 di riscaldamento.

Come anticipato, nell’ora di accesso sarà possibile utilizzare panche e armadietti della prima squadra. Altra comodità è quella del parcheggio gratuito, ma non manca neppure l’accoglienza di un team tecnico che seguirà tutti i giocatori in campo per accompagnarli nella loro esperienza. La società del presidente Joan Laporta garantisce così la presenza di arbitri e allenatore per ciascuna squadra ma anche un equipe di assistenza medica in caso di infortuni.

Nel pacchetto una nota interessante è quella sugli spettatori perché tutti i partecipanti potranno portarsi dietro fino a 15 spettatori che, pagando ciascuno un biglietto da 30 euro, avranno l’opportunità di veder uscire dal tunnel amici e familiari e godersi poi l’intera partita dagli spalti. Agli ospiti e ai giocatori sarà infine permesso di entrare insieme nel museo del Barcellona che si trova all’interno dello stadio stesso.

Come prenotare il campo

Per vivere un’esperienza il più possibile vicina a quella di professionisti come Gavi e Piqué e togliersi uno sfizio bisogna affrettarsi. In ogni giornata potranno essere organizzate solo quattro partite e le date del 6 e dell’11 giugno sono già sold out. L’unico giorno ancora disponibile è il 26 e al momento l’esperienza non sembra verrà estesa anche ai mesi di luglio e agosto. Per prenotarsi basta recarsi sul sito ufficiale e cliccare sulla sezione COME PLAY AT CAMP NOU. Si verrà poi reindirizzati a una apposita pagina tickets.

Ogni squadra potrà comprendere massimo 18 giocatori e il match si svolgerà a tutto campo. Il regolamento, illustrato nella stessa pagina dell’acquisto dei biglietti, prescrive l’obbligo di aver compiuto 18 anni.

Nuovo nome per il Camp Nou: l’accordo con Spotify

Quest’iniziativa nasce da un problema economico; il Barcellona infatti ha necessità di rimpinguare le sue finanze e sanare il debito di 1,35 miliardi di euro. I motivi economici dietro l’affitto del terreno di gioco si uniscono però alla prospettiva di portare a termine una campagna di marketing esperienziale non indifferente.

Del resto la ricerca di fondi aveva già portato ottimi risultati grazie all’accordo stipulato tra il club e la piattaforma di Spotify. Il brand del servizio di streaming più popolare al mondo per quattro stagioni apparirà sul fronte delle maglie ufficiali e sui kit di allenamento della squadra femminile e maschile del club nonché nel nome stesso dello stadio. Cedendo i naming rights del proprio spazio di gioco, dal 1° luglio 2022 il Camp Nou si chiamerà Spotify Camp Nou. Questa manovra garantirà al Barca un totale di 310 milioni di euro mentre l’azienda svedese avrà l’occasione di ampliare la propria visibilità entrando nel mondo del calcio come «main partner» e «official audio streaming partner».

Argomenti

# Calcio
# Costi

Iscriviti a Money.it