Portafoglio del Martedì: nuovo balzo del rendimento, 160% in due mesi

Ufficio Studi Money.it

30 Marzo 2021 - 15:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Grazie alle ultime due operazioni sulle azioni Snam e Telecom Italia, il rendimento complessivo del nostro Portafoglio di investimento si è spinto a ben 160 punti percentuali. Oggi inseriamo un nuovo trade.

Portafoglio del Martedì: nuovo balzo del rendimento, 160% in due mesi

Continuano le performance positive del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit.

Avviato nella seconda metà di gennaio, grazie ad un rialzo di quasi il 50%, nell’ultima settimana il rendimento del nostro Portafoglio del Martedì si è portato in quota 160 punti percentuali.

Dopo l’incremento di oltre il 20% fatto segnare nello scorso numero con l’operazione sulle azioni BPER, nell’ultima settimana il rendimento del nostro portafoglio è cresciuto di 48 punti percentuali grazie alle operazioni sulle azioni Snam e sul titolo Telecom Italia.

In questo numero, al trade sul titolo Saipem aggiungiamo una nuova operazione, sempre tramite l’utilizzo dei Turbo Certificates di UniCredit sul titolo Salvatore Ferragamo (sul quale abbiamo già puntato nelle scorse settimane).

Portafoglio di investimento: la situazione generale

La scorsa è stata una settimana davvero particolare per le borse globali. Nonostante un mix di eventi negativi (stiamo parlando dei nuovi lockdown, del “nazionalismo vaccinale”, del blocco del canale di Suez, della cacciata dal n.1 della Banca centrale turca), i mercati non solo si sono confermati resilienti ma hanno anche chiuso la settimana con il segno più (che, nel caso di Wall Street, vuol dire nuovi massimi storici).

Dopo una prima fase di sonnolenza, le autorità europee hanno deciso di far la voce grossa nei confronti di quei produttori di vaccini, come AstraZeneca (ma anche Pfizer), troppo indietro con le consegne.

Si tratta di ritardi che sono resi più evidenti dai nuovi focolai che in questa terza fase stanno colpendo diverse parti d’Europa (Francia e Belgio su tutte). Nel Regno Unito la situazione sembra in miglioramento, oltre 30 milioni di cittadini hanno ricevuto almeno una dose, anche se gli incrementi dei casi positivi negli Stati Uniti (che presenta una situazione vaccinale simile a quella della Perfida Albione) non lascia ben sperare.

In chiusura della scorsa settimana abbiamo assistito a forti vendite sui listini USA a causa di un fondo, l’hedge fund Archegos Capital Management di Sung Kook Hwang, che non è stato in grado di onorare i pagamenti sui margini (il Credit Suisse e Nomura sono gli istituti che dovrebbero essere maggiormente coinvolti).

A livello macroeconomico, gli operatori si attendono una solida ripresa dell’attività economica negli USA che, spingendo inevitabilmente anche i prezzi, favorirà una crescita dei rendimenti dei Treasury. Come spesso accade sui mercati, ad essere decisivo sarà il timing con cui questo processo avverrà.

Con il dollaro in deciso rafforzamento, venerdì l’appuntamento è con i dati relativi l’andamento del mercato del lavoro della prima economia a marzo.

Portafoglio di investimento: rendimento al 160%, puntiamo ancora su S. Ferragamo

Dopo il +21% messo a segno con l’operazione sulle azioni BPER Banca tramite il Turbo Open End con codice ISIN DE000HV4K8L9, nell’ultima settimana altre due operazioni del nostro portafoglio di investimento hanno fatto registrare un rendimento particolarmente interessante: con le operazioni sulle azioni Snam e Telecom Italia il rendimento complessivo del Portafoglio del Martedì è salito di circa 48 punti percentuali.


Azioni BPER Banca, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Un incremento di circa 24 punti percentuali è stato registrato con l’operazione sulle azioni Snam (DE000HV4D7C9), che era presente nel nostro portafoglio di investimento da inizio febbraio e che martedì scorso ha raggiunto il target a 4,7 euro.


Azioni Snam, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

E’ invece durato pochi giorni l’investimento sulle azioni Telecom Italia che, entrato martedì scorso, venerdì ha raggiunto il target di 0,448 euro.

Anche in questo caso l’utilizzo di un prodotto a leva come il Turbo Open End con ISIN DE000HV4KJ17 ha permesso al rendimento del nostro portafoglio di investimento di registrare un incremento di ben 24 punti percentuali.


Azioni Telecom Italia, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Resta in essere solo la posizione inserita la scorsa settimana sulle azioni Saipem, portata avanti con un Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV4HKG8.


Azioni Saipem, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

In questo numero del nostro Portafoglio del Martedì vogliamo nuovamente inserire una nuova posizione al rialzo sulle azioni Salvatore Ferragamo (qualche settimana fa un trade sulle azioni Ferragamo ci ha permesso di realizzare un rendimento del 24%) tramite il Certificato Turbo Open End emesso da UniCredit con codice ISIN DE000HV4HKB9 e leva a 5,36.

Il trend discendente sulle azioni Salvatore Ferragamo si è interrotto ad agosto 2020; da qui è partito un trend rialzista delimitato dalla linea che unisce i top del 21 luglio e del 20 novembre 2020 e da quella scaturente dai minimi del 10 agosto e 25 settembre.


Azioni Salvatore Ferragamo, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Attualmente nella parte bassa del canale, ed alla luce di un RSI in area di ipervenduto, le azioni SFER sembrerebbero in grado, grazie al sostegno del supporto appena citato, di riportarsi in quota 17 euro. In questo contesto grafico, intendiamo aprire una posizione long da 16,4 euro con target fissato a 16,95 euro e stop loss a 15,5 euro.

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 15:00 del 29 marzo 2021. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories