Investire a Piazza Affari e Parigi nei prossimi mesi, la scelta giusta secondo BofA

Piazza Affari, Parigi e Madrid sono considerate da BofA le borse sulle quali investire nei prossimi mesi. I dettagli del report della banca d’investimento.

Investire a Piazza Affari e Parigi nei prossimi mesi, la scelta giusta secondo BofA

Milano e Parigi in particolare, insieme a Madrid, sono le borse europee preferite da Bank of America in un’ottica di breve-medio periodo.

È questo ciò che emerge da un report redatto dalla banca d’investimento statunitense riguardante le proprie esposizioni aggiornate all’interno dei portafogli azionari sulle maggiori piazze di scambio europee.

Milano, Parigi e Madrid i mercati migliori per Bank of America

Se per Borsa Italiana, Francia e Spagna il giudizio è positivo, è al contrario negativo quello relativo alla Svizzera e al Regno Unito. È neutro invece il posizionamento sulla Germania.

Uno dei primi particolari emersi dal report di BoFA sottolinea come negli ultimi mesi gli indici PMI globali e dell’Eurozona abbiano mostrato di avere intrapreso un percorso di ripresa. L’istituto si aspetta che l’indice legato ai direttori degli acquisti delle imprese rimarrà perlomeno sui livelli attuali, tra 51 e 52 punti, nei prossimi mesi - si ricorda che qualsiasi valore dell’indice PMI superiore a 50 indica un’espansione:

Nel contesto europeo tale tendenza positiva potrebbe rafforzarsi ulteriormente in concomitanza del calo del rischio di una hard Brexit e con la stabilizzazione definitiva della guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina - la quale, secondo Bank of America, non dovrebbe risentire a lungo delle conseguenze dell’epidemia di Coronavirus considerate temporanee.

Cosa accadrà nei mercati europei sul breve termine

L’attuale scenario globale, per la banca d’investimento statunitense, porterà a un rialzo dei titoli di Stato americani e del Bund e a un calo del dollaro.

Per ciò che concerne il mercato azionario europeo, per BofA le migliori piazze sulle quali operare sono Francia, Spagna e Italia in ordine decrescente di ponderazione: Parigi è quella meno esposta «agli scambi esteri e la più ciclica all’interno dei maggiori mercati d’Europa», fattore quest’ultimo che le consentirà di beneficiare sul breve termine di una crescita importante. Un incremento calcolato da Bank of America «del 5% entro maggio».

Anche Italia e Spagna vengono ritenute sul breve periodo come buoni mercati sui quali investire, favoriti in generale dall’aumento dei rendimenti dei titoli di Stato tedeschi e da una minore incertezza macro. «La Spagna di solito fa meglio degli indici quando il rendimento del Bund aumenta» per via della sua alta esposizione alle banche, mentre l’Italia «è favorita quando l’incertezza sul fronte macro cala», spiega Bank of America sottolineando di aspettarsi un incremento dell’indice superiore al 5% per entrambe.

Outlook negativo per Regno Unito e Svizzera

Se la Germania viene giudicata come neutra per via dell’esposizione al mercato cinese nel settore automotive e in quello chimico, Regno Unito e Svizzera vengono considerati negativamente a causa del salire della sterlina ed alle previsioni sugli PMI nel caso inglese e per colpa della crescita dei titoli statunitensi nel caso svizzero: questo perché «i prezzi dell’azionario elvetico si muovono inversamente a quello degli yield statunitensi».

BofA spiega infatti che la sterlina «è salita del 9% da agosto e i nostri strategist prevedono un ulteriore rialzo del 3% entro fine settembre prossimo. In combinazione con le nostre proiezioni sul pmi del Paese, questo implica una underperformance del 4% del Regno Unito nei prossimi sei mesi».

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse Europee

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.