Il petrolio crede nel vaccino: rialzo sui 50 dollari al barile

Violetta Silvestri

14 Dicembre 2020 - 10:48

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il prezzo del petrolio avanza sulla scia delle novità vaccino. Le quotazioni al rialzo oggi 14 dicembre.

Il petrolio crede nel vaccino: rialzo sui 50 dollari al barile

Petrolio trascinato dalle novità sul vaccino.

L’accelerazione portata avanti da Pfizer sta alimentando l’entusiasmo per una ripresa economica davvero possibile nel 2021. La somministrazione delle dosi è già cominciata in Regno Unito e negli USA si appresta ad avere il via libera ormai a breve.

Intanto, in Europa si spera che l’Ema possa annunciare la sua autorizzazione già alla fine di dicembre, con un piano di distribuzione nei primi giorni di gennaio, come ipotizzato dallo stesso ministro italiano Speranza.

Il prezzo del petrolio corre, quindi, spinto da una rinnovata fiducia sul rilancio della domanda grazie al vaccino. Cosa succede?

Prezzo del petrolio a 50 dollari al barile: c’è fiducia

Lunedì le quotazioni dell’oro nero sono aumentate, spingendo il Brent sopra i $ 50 al barile, incoraggiati dalla speranza che il lancio di vaccini contro il coronavirus aumenterà la domanda globale di carburante.

I future sul greggio Brent per febbraio sono in rialzo di 55 centesimi, dell’1,10,82%, a $ 50,52 al barile, mentre la quotazione WTI per gennaio sta aumentando di 49 centesimi, dell’1,05%, a $ 47,06 al barile.

I prezzi del greggio hanno anche risentito dell’esplosione ai danni di una petroliera mentre scaricava nel porto di Jeddah in Arabia Saudita.

Virendra Chauhan, analista di Energy Aspects ha commentato: “Il mercato sta valutando l’interruzione dell’offerta da questi incidenti rispetto ai volumi (di offerta) iraniani che tornano.”

Brent e WTI hanno registrato un rialzo per sei settimane consecutive, il periodo di guadagni più lungo da giugno. Il vaccino con i suoi sorprendenti sviluppi sta portando fiducia, nonostante la pandemia non sia affatto stata sconfitta. Basta osservare i numeri degli USA e le ultime decisioni della Merkel, che inasprirà il lockdown in Germania.

Intanto, gli investitori attendono due incontri tra l’OPEC esportatori di petrolio e i suoi alleati, inclusa la Russia. Il comitato congiunto di monitoraggio ministeriale (JMMC) OPEC + che monitora la conformità tra i membri si riunirà il 16 dicembre, mentre l’OPEC + si incontrerà il 4 gennaio.

Lo scopo è studiare il mercato petrolifero in tutti i suoi sviluppi, dopo la decisione sofferta di inizio di dicembre di aumentare la produzione di 500.000 barili al giorno da gennaio 2021.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories