Quotazioni da record per Oro e Argento. I motivi

Consolidatesi sopra quota 1.900 dollari, le quotazioni dell’oro hanno fatto segnare un nuovo massimo storico. Andamento decisamente positivo anche per l’argento, che nel 2020 ha registrato una performance migliore del cugino più famoso. Vediamo le ragioni dietro i rally dei metalli preziosi.

Quotazioni da record per Oro e Argento. I motivi

L’oro si prende una pausa dopo aver aggiornato il nuovo massimo storico a 1.981,27 dollari l’oncia. Seduta di consolidamento anche per l’argento, salito ieri sopra i 26 dollari l’oncia.

In una scenario caratterizzato da forti tensioni geopolitiche, tassi reali negativi e dollaro debole, gli operatori hanno riscoperto il ruolo di asset rifugio dei metalli preziosi.

Oro sopra quota 1.900 dollari, le ragioni

Per il metallo giallo, livelli così elevati non si vedevano dall’autunno del 2011, in corrispondenza della crisi dei debiti sovrani.

Iniziato ad aprile, questo trend continua la sua corsa nonostante la marcata contrazione degli indici di volatilità, le misure delle banche centrali (e la conseguente ondata positiva di dati macro) e le indicazioni positive legate al Recovery Fund in Europa.

A dispetto di questi elementi, a spingere i prezzi è un mix di fattori, tra cui:

  • le tensioni geopolitiche tra Cina e Stati Uniti,
  • la crescita dei contagi negli USA,
  • i tassi reali negativi,
  • l’avvicinarsi delle elezioni americane,
  • l’attesa per una ripartenza dell’inflazione.

Inoltre un ruolo di primo piano è svolto dal dollaro, sceso da marzo di 10 punti percentuali nei confronti dell’euro, e dalle avvisaglie in arrivo dai mercati finanziari, ben rappresentate sia dal rialzo registrato dagli indici di volatilità che dal peggioramento del Fear and Greed index, che misura la paura (Fear) e l’avidità (Greed) sul mercato azionario Usa.

In un tale contesto, l’oro da da inizio anno ha registrato un +28% mentre l’argento è salito di ben 35 punti percentuali.

Oro e argento: prospettive per i prossimi mesi

Nonostante una pausa fisiologica, è probabile che la corsa dei due metalli preziosa non sia finita.

Questo perché i fattori che finora hanno sostenuto gli acquisti, tensioni sull’asse Washington - Pechino e stimoli monetari su tutti, sono destinati a farci compagnia ancora per diverso tempo.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories