Milano AutoClassica: una dodicesima edizione con tre anteprime nazionali

Marco Lasala

15 Novembre 2022 - 11:26

condividi

Dal 18 al 20 novembre a Fiera Milano (Rho) si svolgerà la dodicesima edizione di Milano AutoClassica.

Milano AutoClassica si svolgerà dal 18 al 20 novembre 2022 a Fiera Milano (Rho). Un appuntamento che si rivolge a tutti gli amanti delle auto sportive e classiche e che quest’anno sarà caratterizzato da tre importanti anteprime nazionali.

A Milano AutoClassica 2022 partecipano i brand più prestigiosi dell’automotive, marchi che esporranno i loro modelli che hanno segnato la storia dell’automobilismo, dalle supercar alle classiche, tra passato e presente, auto che esprimono anche la produzione più recente e che rappresentano un filo conduttore con il passato, heritage e modern car, per un mix coinvolgente.

Massime prestazioni, piacere di guida ma anche mobilità sostenibile e intelligente, le moderne supercar affiancate da youngtimer e old, un cocktail imprendibile per gli amanti dei motori.

Milano AutoClassica 2022 - Marchi e modelli

Tra i marchi automobilistici più prestigiosi che parteciperanno a Milano AutoClassica 2022 figurano:

  • Alpine;
  • Aston Martin;
  • Bentley;
  • BMW Club Italia;
  • Stellantis (Divisione Heritage);
  • Ferrari Classiche;
  • Kimera;
  • Lotus;
  • Maserati;
  • McLaren;
  • MG;
  • Musei Ferrari.

La Alpine di fianco alle A110 GT e A110 S, esporrà la nuova A110 Tour de Corse 75, una sportiva che trae ispirazione dalla berlinette numero 7 che partecipò al Tour de Corse nel 1975, un connubio perfetto tra un telaio in alluminio e un motore da 300 CV.

Aston Martin espone a Milano AutoClassica tre modelli:

  • V12 Vantage: prodotta in 333 unità è spinta da un motore biturbo V12 da 5,2 litri da 700 cavalli per 753 Nm di coppia classica, nello 0 - 100 km/h impiega 3,4 secondi per una velocità massima di 320 km/h;
  • DBS: un’auto super leggera che unisce un comfort elevate e prestazioni da supercar, il suo V12 biturbo le consente di raggiungere una velocità massima di 338 km/h per uno 0 -100 km/h in 3,4 secondi;
  • DBX707: è un hyper SUV con performance da sportiva, motore V8 biturbo da 707 CV e 900 Nm di coppia massima, 0-100 km/h in 3,3 secondi, velocità massima di 310 km/h.

Bentley racconta la sua gloriosa storia con la S1 Continental Flying Spur del 1958, una berlina quattro porte nata dalla collaborazione tra J.P Blatchley, capo design del brand e il carrozziere H.J. Mulliner, un’auto in grado di viaggiare per lunghe percorrenze a oltre 160 km/h. Immancabili a Milano AutoClassica una Bentayga Hybrid e una Continental GTC Speed, la granturismo più potente mai prodotta dall’azienda inglese, il W12 biturbo da 6 litri ha una potenza di 659 CV per 900 Nm di coppia massima.

BMW Auto Club Italia per celebrare il 50° Anniversario della divisione M ha selezionato due iconiche vetture in serie limitata, la M3 Johnny Ceccotto del 1989 prodotta in soli 480 esemplari, la M3 GT del 1995 prodotta in 356 esemplari colore British Racing Green e la nuova M4 Competition Edition 50 Jahre BMW M da 510 cavalli, prodotta in 700 esemplari.

La divisione Heritage di Stellantis porta a Milano AutoClassica la Fiat Nuova 500 elaborazione Abarth Record del 1958, la vettura originale elaborata da Carlo Abarth con motore da 26 cavalli e in grado di raggiungere una velocità massima di 116 km/h, un’auto che ha corso a Monza per 168 ore consecutive collezionando ben sei record mondiali, un modello dal valore storico inestimabile, vera pietra miliare della storia del marchio dello scorpione, primo esemplare in assoluto di Fiat 500 elaborato da Abarth.

Kimera EVO37 torna a Milano AutoClassica

Dopo il debutto in anteprima avvenuto alla scorsa edizione, la EVO37 ritorna a Milano AutoClassica. La supercar piemontese la cui livrea ricalca quella della storia Lancia Rally 037 è realizzata in carbonio e kevlar con parti in titanio, acciaio e alluminio lavorati dal pieno.
Cuore di questa restomod è il suo quattro cilindri in linea da 505 CV per 550 Nm di coppia massima. La trazione è posteriore, sono già 37 gli esemplari consegnati a clienti e collezionisti di tutto il mondo.

Immancabile la presenza del Marchio del Cavallino Rampante a un evento dedicato alle auto storiche e moderne, così Ferrari esporrà la 308 GTB, auto che segna il ritorno allo stile Pininfarina dopo la Dino 308 GT4 disegnata da Bertone, modello dotato di un motore V8 con lubrificazione a carter secco. In bella mostra anche una 512 TR, dopo la 512 BBi, al Salone di Parigi del 1984 tornò l’appellativo di Testarossa per una sportiva dal notevole impatto visivo. Cuore della 512 TR è il V12 boxer con distribuzione quattro valore per cilindro. Altro modello esclusivo è la Ferrari 575 Super America, variante che nasce sulla base della 575 M Maranello, la prima a essere realizzata in edizione limitata.
Prodotta in 575 esemplari, fu disegnata da Leonardo Fioravanti, sotto il suo lungo cofano motore accoglieva un dodici cilindri da 5.75 litri, più potente di 35 CV rispetto alla normale 575 M Maranello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it