Mercato libero dell’energia, confronto prezzi: la guida

Ilena D’Errico

16 Dicembre 2023 - 18:58

Il confronto prezzi nel mercato libero dell’energia: ecco come fare per trovare la tariffa più conveniente in base alle proprie esigenze su gas e luce.

Mercato libero dell’energia, confronto prezzi: la guida

Siamo alle porte del 2024 e quindi anche del passaggio al mercato libero dell’energia per le utenze private. In questo periodo, quindi, i consumatori stanno cercando di capire come muoversi per tenere sotto controllo gli aumenti e trovare delle offerte convenienti secondo i prezzi dell’energia.

Il confronto tra le varie tariffe proposte è indispensabile per riuscire a valutare un contratto di fornitura, dato che si basa su parametri oggettivi quali il prezzo della materia prima e il prezzo medio adottato dalle compagnie per un confronto.

Sul web ci sono molti strumenti dedicati a questo scopo, per facilitare i calcoli e la reperibilità delle informazioni. Ovviamente il costo non è l’unico parametro utile alla valutazione dell’offerta e del contratto nel suo complesso, ma capire se è linea con quello medio aiuta a verificare la trasparenza della compagnia e i prospetti per il futuro. Ecco una guida passo a passo per il confronto prezzi.

Confronto prezzi mercato libero dell’energia: come fare

Per confrontare i prezzi proposti dalle compagnie nel mercato libero dell’energia il metodo più semplice è senza dubbio l’utilizzo del Portale Offerte. Si tratta di uno strumento online ideato appositamente per il confronto delle offerte sull’erogazione di elettricità e gas, utile al contempo a trovare quella più adatta alle proprie esigenze.

L’affidabilità del Portale offerte risiede nel fatto che si tratta di un sito pubblico, gestito da Acquirente Unico secondo le disposizioni di Arera. Insomma, tutto verificato nell’ottica di tutelare i consumatori e la corretta e trasparente concorrenzialità dei mercati energetici.

È possibile utilizzare il portale sia per confrontare un’offerta ricevuta con i parametri medi, tenendo conto delle caratteristiche rilevanti come località e consumi, sia per trovare le varie offerte in linea con le proprie esigenze e i servizi necessari. Ecco come fare passo per passo.

Portale offerte luce e gas

Il primo passaggio è ovviamente quello di aprire la pagina web del Portale Offerte, anche se prima può essere utile premunirsi delle informazioni utili a selezionare tra le offerte. Non tutti i campi di selezione sono obbligatori, ma sono comunque estremamente utili per un confronto approfondito. Per esempio, è necessario conoscere i propri consumi (si trovano sulle bollette precedenti) o le dimensioni della casa.

1) Il tipo di offerta

In ogni caso, la prima sezione di dati da compilare è relativa al tipo di offerta. Qui, bisognerà indicare quale tipo di offerte si desidera confrontare (energia elettrica, gas o dual fuel), la località in cui si desidera attivare il servizio con il Cap e il Comune e uso (casa o altro). Sarà poi necessario scegliere tra le offerte a prezzo fisso e variabile, ma prima di ciò si potrà indicare il numero di un’offerta già ricevuta per il confronto con le altre disponibili.

Prima di passare alla seconda sezione, dedicata alle caratteristiche dell’offerta, bisognerà indicare se si è residenti o meno nel Comune scelto. Si precisa che nel campo della località, dove appunto è chiesto il Comune, è fondamentale inserire il Cap preciso e non quello generico.

2) Caratteristiche della fornitura

Come caratteristiche della fornitura elettrica bisogna indicare:

  • Livello di potenza desiderato espresso in kW (lo standard domestico è di 3 kW);
  • preferenza tra il prezzo in fasce di consumo o monorario;
  • solo energie rinnovabili o no;
  • consumo annuo (se conosciuto).

Se non si conosce il consumo annuo si dovrà indicare anche:

  • Periodo dell’anno di utilizzo della fornitura;
  • numero di persone nell’abitazione;
  • tipo di illuminazione impiegata (fluorescenza o led);
  • elettrodomestici (semplicemente selezionando quelli posseduti nella lista).

Per quanto riguarda le caratteristiche del gas, invece, bisogna indicare:

  • L’utilizzo (cottura dei cibi, acqua calda sanitaria, riscaldamento);
  • classe del contatore (se conosciuta);
  • consumo annuo (se conosciuto).

In mancanza dei dati sul consumo annuo si dovrà anche in questo caso aggiungere delle informazioni aggiuntive, ossia:

  • Periodo dell’anno di utilizzo della fornitura;
  • numero di persone nell’abitazione;
  • superficie dell’abitazione.

Si potranno poi aggiungere dei criteri di selezione facoltativi a seconda delle proprie esigenze personali, che riguardano ad esempio gli sconti, i prodotti e i servizi aggiuntivi (come termico e fotovoltaico), la modalità di pagamento e di attivazione dell’offerta.

3) Il confronto prezzi

A questo punto sarà possibile visionare le offerte disponibili corrispondenti ai criteri indicati, presentate in modo facilmente comprensibile con il nome della società, la durata di validità dell’offerta e il costo annuo stimato. Cliccando sull’offerta scelta sarà possibile visionare le informazioni complete ma, nel caso in cui fossero troppe, è utile attuare un’ulteriore selezione con i filtri a disposizione.

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo