Mercati volatili: come investire riducendo i rischi

Come investire in momento di forte volatilità senza perdere tutto? Ecco alcuni consigli e suggerimenti utili per gestire i periodi di maggiore incertezza sui mercati.

Mercati volatili: come investire riducendo i rischi

I periodi di volatilità dei mercati sono per molti investitori motivo di forte preoccupazione, al punto che spesso si tende a mettere in discussione la strategia di investimento sino a quel momento adottata (e ritenuta efficace).

Un momento di volatilità non solo può distruggere i propri investimenti, ma anche portare a serie ripercussioni sul patrimonio. Il capitale che si è investito in questi casi può infatti essere polverizzato in pochi giorni, se non peggio in poche ore.

Questo è vero soprattutto per i trader alle prime armi, tentati di uscire dal mercato e di rimanere fuori dai giochi aspettando che lo scenario si assesti.

La cosa da capire e da sottolineare è che la volatilità del mercato è inevitabile. Per loro stessa natura i mercati oscillano nel breve termine e prevederne l’andamento è estremamente difficile.

Un qualsiasi evento, sia esso politico o sociale, può portare ad uno stravolgimento di quanto si era preventivato fino a quel momento.
Vediamo qualche consiglio utile per provare a sfruttare anche i momenti di maggiore instabilità.

Volatilità del mercato: consigli per non farsi prendere dal panico

Una primo consiglio che possiamo darvi è di mantenere un orizzonte di lungo periodo e ignorare le fluttuazioni nel breve.
In questo modo potrete provare a sfruttare il lungo periodo e provare a recuperare le perdite del momento di cambiamento.

Come riconoscere la volatilità dei mercati e quali sono le misure e le strategie più efficace per gestire al meglio il proprio portafoglio? Chiariamo questo punto per i meno esperti, in modo che capiscano come muoversi.

La volatilità è una misura statistica della tendenza di un mercato ad aumentare o diminuire drasticamente entro un breve periodo di tempo. È solitamente misurata attraverso la deviazione standard del rendimento di un investimento.

La volatilità dei mercati, caratterizzata da ampie fluttuazioni dei prezzi e da un trading massiccio, è spesso il risultato di uno squilibrio di ordini commerciali in una sola direzione (per esempio, tutti acquistano e nessuno vende).

Alcuni ritengono che la volatilità dei mercati sia causata invece dalla diffusione di indicatori o eventi economici, mentre altri che sia alimentata dalle operazioni dei day traders, dei venditori allo scoperto e degli investitori istituzionali. Una spiegazione è che le reazioni degli investitori sono innescate da forze di natura emotiva e psicologica.

Un buon modo per evitare la volatilità, soprattutto se si è alle prime armi, è quello di evitarla del tutto. Ciò significa rimanere nel mercato con i propri investimenti e non prestare attenzione alle fluttuazioni a breve termine.

A volte questo può essere più difficile di quanto sembri. Meglio una strategia buy-and-hold per sopperire a questa problematica? Non esattamente. È infatti un errore pensare che tenere per anni nel proprio portafoglio un titolo, sia la strada sicura che permetterà di fare soldi.

Gli investimenti a lungo termine richiedono impegno e lavoro perché i mercati sono guidati dai fondamentali societari. Se si investe in una società con un bilancio forte e guadagni consistenti, le fluttuazioni a breve termine non ne influenzeranno in modo significativo il valore a lungo termine.

In effetti, da questo punto di vista, i periodi di volatilità potrebbero essere un momento ideale e dunque un’ottima opportunità per comprare azioni, ovviamente se si ritiene che quella società possa continuare a far bene nel lungo termine (in termini di performance aziendali).

Gli investitori devono inoltre sapere che durante i periodi di volatilità, molte società implementano procedure che hanno lo scopo di diminuire l’esposizione della società al rischio del mercato straordinario.

Volatilità dei mercati: la lentezza nelle operazioni è la normalità

I mercati volatili sono associati ad alti volumi di trading, condizione che potrebbe causare ritardi nelle operazioni di trading. Il rischio è che una negoziazione possa concludersi a prezzi significativamente diversi dal prezzo di mercato quotato al momento in cui l’ordine è stato inserito.

Inoltre, in un ambiente di mercato volatile, il numero di azioni disponibili ad un determinato prezzo può cambiare molto rapidamente. Il tipo di ordine che si sceglie è molto importante quando i mercati non si muovono nel loro modo abituale.

In un mercato volatile, l’ordine limite - un ordine effettuato con una società di intermediazione per comprare o vendere una quantità prefissata di azioni, e a un prezzo migliore di quello determinato – può essere un vantaggio.

Volatilità dei mercati: sfruttarla o meno?

Arriviamo adesso al dubbio che attanaglia tutti i trader: quando devo sfruttare la volatilità del mercato? Una domanda alla quale dovrete rispondere voi con la vostra strategia di trading principalmente.

Gli investitori devono essere consapevoli dei rischi potenziali durante i periodi di volatilità. Scegliere di rimanere nel mercato può essere un’ottima opzione se si è sicuri della propria strategia.

Se si decide di scambiare durante la volatilità, è fondamentale essere consapevoli di come le condizioni di mercato potranno influenzare il proprio trade. Soprattutto si dovrà comprendere fin da subito quanto si perderà e in che modo le perdite incideranno sul proprio portafoglio azionario.

Allo stesso modo, se si deciderà di rimanere sul mercato, si dovranno valutare gli effetti che la volatilità avrà sui nostri investimenti. Soprattutto si dovranno valutare le perdite a cui si andrà in contro e capire come potrà reagire il mercato in un secondo momento.

Per rimanere sul mercato e sfruttare il momento di volatilità si dovranno avere delle basi non indifferenti e una certa dose di esperienza.
Vi sconsigliamo quindi di operare in questo modo se non siete avvezzi al mercato azionario.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.