Mediaset sposta la sede legale in Olanda, nasce Media for Europe

Mediaset trasferisce la propria sede legale ad Amsterdam, e d’ora in avanti dovrà sottostare alle regole più flessibili del diritto olandese

Mediaset sposta la sede legale in Olanda, nasce Media for Europe

Mediaset trasloca in Olanda. Nella serata di ieri erano trapelate alcune informazioni, che nella giornata odierna si sono concretizzate: il Biscione sposta ad Amsterdam la sua sede legale. A seguirla nella capitale olandese sono anche Mediaset Espana e Prosieben, e nasce così Mfe, che sta per Media for Europe.

Non cambia nulla né per le aziende, né per i dipendenti né per la fiscalità, che rimangono tutte al loro posto. La differenza è che d’ora in avanti la futura holding di Pier Silvio Berlusconi dovrà sottostare alle regole del diritto olandese, che presenta numerosi vantaggi sia sul piano del fisco che della flessibilità della governance, aspetti ritenuti capaci di attirare maggiori capitali.

Mediaset si trasferisce in Olanda

Il nome dice già molto delle intenzioni. La holding nasce con il desiderio di essere una nuova casa per un broadcaster paneuropeo”, afferma l’ad Pier Silvio Berlusconi. Mfe manterrà la sede fiscale in Italia e sarà quotata sia a Piazza Affari che a Madrid. Naturalmente la compagnia comprende anche il 9,6% della tedesca Prosiebensat1, acquistato lo scorso 29 maggio.

Nell’operazione, Fininvest si diluisce al 35,4% della holding, ma deterrà comunque oltre il 50% dei diritti di voto. “Non ci provate nemmeno a strumentalizzare, Mediaset è italiana e si lancia verso una nuova avventura internazionale”, ribadisce il numero uno del Biscione. A Simon Fiduciaria, che detiene le quote alienate di Vivendi, spetta il 15,3%, mentre a Vivendi il 7,7% dal precedente 9,9%. Sul mercato rimane il restante 41,4%, e con i valori odierni la capitalizzazione di Media for Europe si attesta a circa 4,2 miliardi di euro. Il gruppo stima efficienze e risparmi tra i 100 e i 110 milioni per il 2023.

Era una mossa dovuta, quella di Mediaset, che anche a causa dei nuovi competitor statunitensi ha visto di molto scendere, negli ultimi dieci anni, gli incassi pubblicitari. È vero che giganteschi player come Netflix, non sono avversari diretti della tv generalista, dato che non raccolgono pubblicità. Ma, ammette lo stesso Berlusconi, “alla lunga la visione on demand andrà a sottrarre tempo anche alla visione generalista”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Mediaset S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.