Lo stablecoin USDS verso l’integrazione con Polymesh

31 Agosto 2022 - 18:16

condividi

Incrocio di blockchain fra Svizzera e Usa, con la stablecoin in cammino verso la blockchain costruita per asset regolamentati

Lo stablecoin USDS verso l'integrazione con Polymesh

Nel campo largo dei pagamenti digitali, in cui risiede quello più delimitato delle criptovalute, il ruolo delle stablecoin è quello di essere un metodo di pagamento rapido, economico e garantito, specie per transazioni transfrontaliere.

La rapidità gli viene data dall’infrastruttura di rete, l’economicità dalle basse commissioni, la garanzia, dal supporto da parte di asset reali, come l’oro (meno) o le valute fiat (di più), ossia quelle a corso legale e, ancora, dall’essere registrate in modo immutabile su blockchain.

La Polymesh Association, con sede a Zugo, in Svizzera, sta collaborando con Stably, fornitore di infrastrutture di pagamento Web3 di Seattle (USA) per capire come portare lo stablecoin USDS sulla propria blockchain.

Stably USD (USDS), lo ricordiamo, è una stablecoin multi blockchain ancorata a una valuta fiat (il dollaro appunto) creata da Stably e che ha come riferimento per la custodia delle riserve Prime Trust, una società fiduciaria del Nevada.
Gli attestati sono forniti mensilmente da Cohen & Co, per mantenere la trasparenza e garantire ai detentori di USDS la disponibilità del 100% in dollari statunitensi in qualsiasi momento.

Il che significa che ogni token è garantito alla pari con dollari statunitensi detenuti in depositi bancari a beneficio dei titolari di USDS. 

L’integrazione Stably-Polymesh supporterà il lancio di USDS su Polymesh, portando così la stablecoin sulla blockchain costruita appositamente per asset regolamentati.

Scambiato su exchange di criptovalute come Bittrex e ampliato tramite una decina di blockchain tra cui Harmony, Tezos e VeChain, se USDS approderà su Polymesh amplierà notevolmente l’esposizione della blockchain istituzionale al settore delle criptovalute, di fatto portando a bordo il primo token non nativo. 

Argomenti

Iscriviti a Money.it