Le sei sagre da non perdere a settembre

27 Agosto 2022 - 09:25

condividi

Da Nord a Sud, dalla piadina all’uva: sono centinaia le manifestazioni enogastronomiche organizzate per celebrare le specialità italiane. Noi vi segnaliamo quelle da non mancare

Le sei sagre da non perdere a settembre

Dalla carne al pesce, dal vino ai prodotti e piatti tipici. Settembre è, senza ombra di dubbio, il mese delle sagre. Il clima mite e il desiderio di godersi ancora qualche gita all’aperto sono infatti il connubio perfetto per non perdersi alcuni degli appuntamenti enogastronomici più ghiotti organizzati in tutta Italia. Soprattutto dopo due anni di stop forzato causa pandemia.

Buon cibo, vino, musica e tanta compagnia sono gli ingredienti principali degli eventi dedicati al food, organizzati per raccontare le bellezze della Penisola e le sue tradizioni.

Secondo la Coldiretti, sono circa 34mila gli operatori ambulanti del settore alimentare coinvolti nelle sagre, mentre gli italiani che approfittano di questi appuntamenti per comprare prodotti tipici direttamente dai produttori sono quasi il 73 per cento, per una spesa complessiva annuale che sfiora i 900 milioni (dati riferiti al periodo pre-covid).

Da Nord a Sud, sono centinaia le sagre organizzate in giro per l’Italia. Noi ve ne segnaliamo sei.

  • Festa dell’uva di Verla

A Giovo, piccolo borgo immerso nei vigneti in Trentino, ogni anno a fine settembre l’uva diventa la protagonista di tre giorni di grande festa. Il momento clou è la sfilata domenicale dei carri allegorici, giunta quest’anno alla sessantacinquesima edizione.

L’evento si svolge dal 23 al 25 settembre e prevede la presenza di numerosi stand e bancarelle dove è possibile acquistare prodotti tipici del luogo, sia enogastronomici che dell’artigianato.

  • Festival delle Sagre di Asti

Torna ad Asti il 10 e l’11 settembre l’appuntamento dedicato alla gastronomia tradizionale piemontese e astigiana.

La giornata di sabato sarà dedicata alle tante prelibatezze della zona: tra i primi piatti non mancheranno i tajarin, gli agnolotti, i risotti, le tagliatelle e la polenta.

Per quanto riguarda i secondi largo ai bolliti, al fritto misto, alla bagna cauda e ad alcuni piatti storici come la “puccia”.

Le creme, i biscotti, il bunet e i dolci alle nocciole saranno il modo migliore per finire il pasto (o fare merenda).

Domenica si svolgerà invece la sfilata storica con i costumi d’epoca. Ogni paese, con la sua pro loco, metterà in scena il lavoro nei campi, i mestieri, le feste contadine e i riti religiosi, dalla vendemmia al battesimo, dalla battitura del grano alla festa di leva. La sfilata terminerà poi in piazza Campo del Palio.

  • Sagra della piadina

Dal 9 all’11 settembre appuntamento con lo street food di tradizione romagnola a Bellaria Igea Marina (Rimini).

Stand gastronomici, prodotti tipici, intrattenimenti musicali e show cooking allieteranno i visitatori, che potranno assaggiare la piadina in tutte le sue innumerevoli varianti.

  • Sagra del fungo porcino

Per gli amanti dei funghi è un appuntamento irrinunciabile: dal 2 al 4, dal 9 all’11 e dal 16 al 18 settembre nella frazione Colle di Fuori di Rocca Priora (a sud-est di Roma) si svolge la sagra del fungo porcino, con stand gastronomici a pranzo e a cena dedicati al re del bosco.

E se vi trovate nella zona dei Castelli Romani, da non perdere ci sono anche la sagra della porchetta di Ariccia (2-3-4 settembre) e quella dell’uva di Marino (1-2-3 ottobre).

Sagra dell’Arancino a Ficarazzi

Ficarazzi, frazione di Acicastello (CT), i giorni 8, 9, 10 e 11 settembre si svolge uno degli eventi siciliani più attesi, la sagra dell’Arancino. Un mix di sapori, folklore e tradizione che ogni anno si rinnovano per celebrare la tipica pietanza dello street food siciliano.

  • Cous Cous Fest

Restando in Sicilia, a San Vito lo Capo dal 16 al 25 settembre andrà in scena il 25esimo Cous Cous Fest. La piccola località balneare della Sicilia nord-occidentale torna ad ospitare chef provenienti da tutto il mondo, ospiti e artisti per una dieci giorni di appuntamenti, sfide di cucina, degustazioni e incontri culturali.

Momenti centrali dell’evento saranno sempre i Campionati di cous cous, che mettono a confronto chef italiani e internazionali.

Argomenti

Iscriviti a Money.it