Joseph E. Stiglitz, premio Nobel per l’economia, è in Italia: dove incontrarlo e quando

19 Maggio 2022 - 19:26

20 Maggio 2022 - 12:01

condividi

Joseph E. Stiglitz, il premio Nobel per l’economia, sarà ospite del Salone del Libro di Torino. Discuterà della crisi economia e delle possibili soluzioni in un intervento il 21 maggio 2022.

Joseph E. Stiglitz, premio Nobel per l'economia, è in Italia: dove incontrarlo e quando

Joseph E. Stiglitz, premio Nobel per l’economia nel 2001, sarà ospite al Salone del Libro 2022 di Torino. Il professore di Economia alla Columbia University è noto per la sua teoria dell’informazione, con la quale ha dimostrato come l’informazione asimmetrica possa provocare disoccupazione e razionamento del credito. La teoria e i suoi contributi nella ricerca della gestione delle crisi economiche gli sono valsi il Nobel per l’economia.

Stiglitz inoltre non si è mai tirato indietro dal criticare apertamente il sistema del Fondo Monetario Internazionale e la gestione monetaria dell’Eurozona. A partire dalle sue contestazioni si sono costruite le critiche al sistema della globalizzazione che, proprio negli anni Duemila, hanno portato all’organizzazione delle famose proteste di Seattle e Genova.

Il 21 maggio, a partire dalle 18, Joseph Stiglitz sarà ospite dell’incontro “I tre traumi mondiali: Trump, la pandemia e l’invasione russa dell’Ucraina” nel quale si discuteranno i principi dell’economia e della globalizzazione in crisi. L’evento è a ingresso gratuito per chi ha acquistato il biglietto del Salone del Libro 2022, fino a esaurimento posti.

Chi è Joseph E. Stiglitz: biografia e carriera

Joseph E. Stiglitz è professore di Economia presso la Columbia University e in passato è stato consigliere di Bill Clinton durante il suo primo mandato (1997-2000). La sua formazione è fin da subito improntata all’economia e, dopo la laurea al Mit (Massachusetts Institute of Technology,) inizia a insegnare nella stessa università e poi a Yale. Negli anni Ottanta contribuisce alla formulazione del teorema di Greenwald, detto anche “teorema della non decentralizzabilità” che dimostra come i mercati reali siano inefficienti e come, al tempo stesso, sia essenziale l’aiuto dello Stato per regolamentarli e renderli “perfetti”.

Oltre alla carriera di professore, Stiglitz ha ricoperto ruoli importanti nella politica nel settore economico: ha lavorato con Clinton ed è stato senior vice president e chief economist presso la Banca mondiale.

Quali sono i libri più famosi di Joseph E. Stiglitz?

Joseph E. Stiglitz è un autore prolifero e piuttosto apprezzato per le sue analisi dei fenomeni contemporanei. Tra le sue tante opere, sono state tradotte in Italia alcuni “classici” come:

  • Economia del settore pubblico (1989);
  • Il ruolo economico dello Stato (1992);
  • Principi di microeconomia (1999);
  • Principi di macroeconomia (2001);
  • In un mondo imperfetto (2001);
  • La globalizzazione e i suoi oppositori (2002 e 2003);
  • I ruggenti anni Novanta (2004 e 2005);
  • La globalizzazione che funziona (2006 e 2007);
  • La guerra da 3000 miliardi di dollari (2009);
  • Bancarotta (2010);
  • Il prezzo della disuguaglianza (2013);
  • La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla (2016);
  • Popolo, potere e profitti (2020).

Salone del Libro 2022: dove e quando trovare Stiglitz

Il Salone del Libro 2022, come ogni anno, avrà moltissimi ospiti. Un incontro atteso è sicuramente quello che vede protagonista Joseph E. Stiglitz e il tema della crisi economia suddivisa in tre grandi traumi: Trump, pandemia e guerra.

Sarà possibile ascoltare il premio Nobel per l’economia il 21 maggio 2022, nella Sala Azzurra, a partire dalle 18. Per seguire l’intervento non serve prenotare o pagare un biglietto aggiuntivo, ma è bene sapere che i posti sono limitati fino a esaurimento. Per entrare basterà mostrare all’ingresso il biglietto unico del Salone, al costo di 12 euro (intero) che consente l’ingresso a una delle giornate dell’evento.

Iscriviti a Money.it