Iren: il piano industriale accende il titolo in Borsa

La società di Reggio Emilia prevede una crescita della marginalità con Ebitda atteso ad oltre 1 miliardo, investimenti per 3 miliardi e un miglioramento dei dividendi distribuiti.

Iren: il piano industriale accende il titolo in Borsa

Il piano industriale 2018-2023 di Iren ha passato l’esame del Consiglio di Amministrazione. Un documento che contiene previsioni di crescita più che soddisfacenti su diversi fronti, con una forte riconoscimento agli azionisti e un ricco piano di investimenti.

Reti, ambienti e teleriscaldamento restano le colonne portanti della strategia aziendale, che negli ultimi 4 anni ha portato a conseguire risultati importanti.

Intanto, oggi, il titolo Iren sta guadagnando terreno a Piazza Affari, dove – al momento della scrittura - le azioni vengono scambiate a 2,13 euro in rialzo dell’1,62%.

Dividendo in aumento nel 2018

Nel business plan approvato dal Cda, al 2023 Iren si attende un aumento della marginalità con un Ebitda stimato a oltre un miliardo di euro, vale dire 200 milioni in più rispetto al 2017, dovuto a una crescita organica di 120 milioni di euro e a sinergie per 65 milioni di euro.

Nello stesso periodo, l’ebit dovrebbe portarsi a 530 milioni, con un utile netto in crescita del 3,9% a 300 milioni.

Previsto anche un miglioramento dei dividendi distribuiti, come illustrato dall’amministratore delegato del gruppo, Massimiliano Bianco:

“Grazie alla crescita realizzata, Iren è in grado di incrementare il dividendo 2018 del 20% rispetto allo scorso anno e confermare per gli anni successivi l’impegno ad aumentarlo del 10% all’anno a partire dal dividendo 2018 pari a 8,4 centesimi per azione”

ha detto l’ad.

Per questa ragione, il presidente della società, Paolo Peveraro, ha sottolineato che si tratta di un piano, che oltre ad avere un ricco progetto di investimenti, si caratterizza anche da “ un forte riconoscimento agli azionisti ”.

Crescita e investimenti

Iren ritiene di poter mantenere costante lo stesso livello di indebitamento e punta a una crescita aziendale sostenuta da innovazione, digitalizzazione e sviluppo delle competenze oltre che da investimenti complessivi per circa 3 miliardi, con un incremento di 500 milioni rispetto al piano industriale precedente.

Risorse che, secondo il presidente Paolo Peveraro, serviranno per l’ammodernamento e la razionalizzazione dei servizi offerti, che punteranno anche al settore della mobilità elettrica e all’efficientamento energetico, al fine di portare il numero di clienti a 2 milioni in 5 anni.

“Siamo convinti più che mai che lo sviluppo del Paese e la qualità della vita dei cittadini passino anche dalla tutela dell’ambiente e dal rispetto per il territorio ed è per questo che oltre metà degli investimenti previsti saranno destinati a progetti di sostenibilità, vera leva strategica del nostro piano industriale”

ha commentato Peveraro.

Operazioni straordinarie

Il piano approvato dal Cda non comprende operazioni straordinarie che la società potrebbe realizzare, ma fusioni e/o acquisizioni non sono escluse dalla strategia aziendale.

È lo stesso presidente che conferma “l’intenzione di cogliere ulteriori opportunità coerenti con i nostri indirizzi strategici e volte a creare valore per i nostri stakeholder: alcune operazioni verranno concretizzate già nei prossimi mesi, altre richiedono tempi più lunghi, in linea comunque con il nostro programma di sviluppo”.

Anche Bianco, su questo fronte è stato chiaro:

“Con questo piano il gruppo si dota strutturalmente di un portafoglio ampio di opzioni di crescita organica sostenuta da capex addizionali, non incluse nel business plan, per oltre 1 miliardo di euro. Tale portafoglio opzionale, modulabile nel tempo in maniera flessibile e trasversale a tutti i nostri business, costituisce un solido sostegno ad una crescita duratura del gruppo anche oltre l’orizzonte del piano”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Iren

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.