Giornali online: Google finanzia l’editoria digitale. Bando 2017, requisiti e come partecipare

Anna Maria D’Andrea

22 Febbraio 2017 - 20:45

condividi

Pubblicato il terzo bando Google rivolto a giornali online innovativi ed editoria digitale. Ecco requisiti, come partecipare e il bando 2017 da scaricare.

Google, finanziamenti all’editoria digitale, anche nel 2017. Il colosso del web ha pubblicato il terzo bando del progetto Innovation Fund della Digital News Initiative volto a finanziare i giornali online che portano avanti progetti innovativi.

Siamo alla terza edizione del bando Google che consente, nel rispetto di determinati requisiti, di partecipare all’assegnazione di importanti fondi per l’editoria digitale. Si tratta di un bando rivolto a tutti gli editori e i professionisti che operano nel mondo dei giornali online, non soltanto in Italia.

Il progetto Innovation Fund e il bando Google sono infatti rivolti al finanziamento di progetti editoriali di carattere innovativo in tutta Europa; nelle scorse due edizioni i vincitori del bando hanno potuto beneficiare di un ammontare di risorse complessive di 50 milioni di euro su un plafond totale di 150 milioni.

Quali sono i requisiti per partecipare al bando 2017, come inviare domanda e a quanto ammonta il finanziamento Google per progetti di editoria digitale? Ecco tutte le informazioni utili.

Giornali online: Google finanzia l’editoria digitale. Bando 2017, requisiti e come partecipare

Con la pubblicazione del terzo bando di Google facente parte del progetto Innovation Fund viene comunicato che, per la presentazione della domanda e per l’iscrizione, bisognerà attendere il 7 marzo 2017. Si tratta della data in cui verrà aperta la piattaforma online sul sito Digital News Initiative, sulla quale già da ora è possibile prendere visione di interessanti informazioni su progetti finanziati con gli scorsi due bandi e obiettivo del progetto.

Termine ultimo, invece, per inserire la domanda di partecipazione all’assegnazione dei fondi Google sarà invece il 20 aprile 2017. Di seguito potete scaricare e leggere il bando contenente requisiti e dettagli sull’assegnazione del finanziamento per giornali online. Nell’articolo cercheremo di riassumere le informazioni principali e i requisiti fondamentali per partecipare al progetto Innovation Fund.

Ecco il bando Google 2017 da scaricare per partecipare all’assegnazione dei fondi per l’editoria digitale.

Google - Bando Editoria Online 2017
Scarica il bando Google per l’assegnazione di fondi a progetti innovativi di editoria online

Giornali online: requisiti e come partecipare al bando Google 2017

Sono ammessi a partecipare al bando di concorso indetto da Google per l’assegnazione di fondi per l’editoria digitale nel 2017 singoli giornalisti, enti o imprese. Criterio per la valutazione dei progetti sarà l’impatto dello stesso nel settore dell’informazione, l’innovatività, l’utilizzo delle tecnologie digitali e la fattibilità.

Nel bando viene chiarito fin da subito che le domande dovranno essere compilate in inglese e che i requisiti richiesti sono i seguenti:

  • singoli partecipanti: essere residenti all’interno dell’UE o paese EFTA, essere maggiorenni e non avere nessun legame con Google o con il progetto DNI;
  • associazioni, università, enti non profit, partnership, imprese: registrate o con sede centrale o incorporate in organizzazioni in UE o EFTA.

Possono partecipare al bando anche più professionisti o giornalisti: per i progetti collaborativi che coinvolgono più realtà imprenditoriali sarà utilizzata la seguente classificazione, in merito ai progetti presentati, per l’assegnazione delle risorse:

  • prototipo: fino a 50 mila euro (finanziamento a copertura dell’intera spesa);
  • medio: fra 50 mila e 300 mila euro;
  • grande: fra 300 mila e 1 milione di euro.

Per progetti di importo superiore ai 50 mila euro, il finanziamento ammesso parte da 50 mila euro, fino a un importo pari alla cifra più bassa fra il 70% dei costi e il tetto massimo per la propria fascia (300 mila euro o 1 milione). I progetti vengono valutati in base a impatto sul settore dell’informazione, portata innovativa e utilizzo di tecnologie, fattibilità.

Ricordiamo che sarà possibile presentare domanda a partire dal 7 marzo e fino al 20 aprile 2017, esclusivamente online inserendo la propria domanda di partecipazione alla ripartizione dei fondi Google per l’editoria online.

Iscriviti a Money.it