Fusione Deutsche Bank-Commerzbank: è solo questione di tempo?

La fusione tra Commerzbank e Deutsche Bank potrebbe essere soltanto una questione di tempo.

Fusione Deutsche Bank-Commerzbank: è solo questione di tempo?

L’ipotesi di fusione tra Commerzbank e Deutsche Bank è tornata ad interessare le prime pagine dei quotidiani economici internazionali.

Nel corso degli ultimi anni i due colossi del credito tedesco sono stati ripetutamente messi al centro di discussioni e speculazioni volte a scovare indizi circa un possibile matrimonio tra le parti.

Ad oggi, secondo fonti quali il Financial Times, la fusione tra Commerzbank e Deutsche Bank è ormai scontata e bisognerà soltanto capire quando verrà comunicata al mercato e di conseguenza quando si concretizzerà.

Fusione Deutsche Bank-Commerzbank: parla Sewing

Come accennato in precedenza, Commerzbank e Deutsche Bank sono state per anni al centro di speculazioni relative ad una fusione che darebbe vita al terzo istituto più grande d’Europa (dopo HSBC e BNP Paribas) con 2 trilioni di euro di asset totali.

In occasione di una conferenza stampa sul settore bancario tenutasi a Francoforte, a tornare sul ruolo di Deutsche Bank è stato nientemeno che il suo amministratore delegato, Christian Sewing, che ha ribadito come l’istituto non abbia alcuna intenzione di rinunciare alla propria presenza globale.

“Le ambizioni globali non sono in discussione sotto la mia leadership”,

ha tuonato, sottolineando la necessità di stare accanto ai clienti, soprattutto in un momento storico come quello attuale, ricco di crisi politiche in ogni angolo del globo.

Un’occasione, quella di Francoforte, in cui l’ad ha preferito non commentare le indiscrezioni sulla fusione Deutsche-Commerzbank, concentrandosi invece sulla forza e sulle intenzioni del proprio istituto.

Per dirla con le sue stesse parole, infatti, i tagli al personale attualmente in corso non rappresentano in alcun modo segnali di diminuzione della presenza internazionale di Deutsche Bank.

Pur non commentando le indiscrezioni, però, Sewing ha aggiunto:

“L’Europa non ha bisogno di più banche possibili. L’Europa, prima di tutto, necessita di banche più forti.”

Un esplicito riferimento, secondo i più, alle esigenze di consolidamento del settore bancario, esigenze che potrebbero passare proprio attraverso la fusione tra Commerzbank e Deutsche Bank.

Opinioni divergenti

Non tutti sono tuttavia convinti che il matrimonio si concretizzerà. Per Ingo Speich, fund manager di Union Investment, l’operazione rimane ad oggi improbabile. A sua detta i due istituti si concentreranno per il momento soltanto sul raggiungimento dei propri target.

“Bisogna sempre ricordare che parliamo di due banche tedesche. E potrebbe anche esserci qualche tipo di interesse politico in Germania nel mantenerle entrambe in vita,”

ha commentato.
Per Volker Kauder, avvocato del CDU della Merkel, non vi sarebbe invece alcun interesse politico, ma soltanto economico nel mantenimento di entrambi gli istituti.

Sulla rispolverata ipotesi di fusione tra Commerzbank e Deutsche Bank, intanto, nessuno ha voluto per il momento commentare, confermando o smentendo, quanto emerso nelle ultime ore.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.