Ftse Mib, prove tecniche di rimbalzo dopo l’Inflazione record?

David Pascucci

1 Luglio 2022 - 15:00

condividi

Inflazione in Europa a +8,6%. I mercati sono pronti a un rimbalzo dopo i dati record sull’inflazione.

Ftse Mib, prove tecniche di rimbalzo dopo l'Inflazione record?

Prima giornata del mese e già abbiamo avuto i primi segnali di un mercato che dovrà muoversi nuovamente in vista di ulteriori cambiamenti. L’inflazione in Europa va al record di +8,6% e, in corrispondenza di questo valore, alcuni mercati europei raggiungono nuovi minimi rispetto a giugno. Per il momento, i setup preventivati si stanno realizzando.

Inflazione Record. Mercato pronto al rimbalzo?

L’inflazione è sulla bocca di tutti oramai da molto e lo sarà ancora a lungo, considerando l’elevato livello attuale. Proprio stamani, 1° luglio 2022, alle 11:00, è uscito il dato record sull’inflazione europea al +8,6%. In contemporanea, si è verificata anche l’uscita del dato italiano che vede un’inflazione record a +8% contro il 7,4% messo in preventivo dalle stime.

La situazione sembra molto favorevole a un aumento repentino del costo del denaro da parte della Bce. I mercati, che hanno ben anticipato tutti questi aumenti, si stanno probabilmente preparando per un rimbalzo consistente delle quotazioni da qui alle prossime settimane. La situazione si fa interessante soprattutto dal punto di vista tecnico di lungo periodo. I dati macro negativi sembrano impattare con minor forza, eppure l’inflazione è stato il market mover assoluto degli ultimi mesi. In Europa ci stiamo avvicinando a un aumento del costo del denaro, eppure ci si aspetta un rimbalzo delle quotazioni, un vero controsenso logico se ci rifacciamo ai ragionamenti accademici di base.

Cosa è successo oggi, 1° luglio 2022?

Considerando il fatto che sia il primo giorno del mese, la situazione che si è presentata stamani sui mercati è molto particolare. Per quanto riguarda la situazione tecnica, ci si aspettava una rottura dei minimi del mese giugno durante i primi giorni del mese attuale, per poi tentare un rimbalzo tecnico che potrebbe essere duraturo nel corso di tutta l’estate, probabilmente comprendendo anche i mesi di settembre e ottobre.

Il mercato, già dalle prime ore di negoziazione, ha soddisfatto la condizione della rottura dei minimi di giugno e già ha riassorbito al rialzo questi livelli. Ovviamente il mercato si darà da fare nel corso dei prossimi giorni e, considerando che oggi si chiude la settimana, il lunedì potrebbe replicare questa dinamica.

Ftse Mib timeframe a confronto Ftse Mib timeframe a confronto A sinistra il timeframe Mensile e a destra un timeframe intraday a 7 ore

Cosa aspettarsi nella prossima settimana?

La rottura e il riassorbimento di minimi di oggi non vanno a modificare la struttura di brevissimo del mercato, che tendenzialmente vuole ancora cercare minimi. Ovviamente la dinamica ribassista cerca minimi per comprare di lungo periodo e non per affondare ulteriormente. Il mercato sta prezzando bene i dati sull’inflazione che sembrano non essere più spaventosi come prima. Nella puntata di Trading Time del 30 giugno 2022, riguardante l’inflazione e la possibile recessione, è stato affermato, dopo un’analisi dei numeri dell’inflazione proveniente dai singoli Paesi europei, come era facile aspettarsi un dato al di sopra delle stime. Questo comportamento del mercato ci dice molto su come si stanno comportando gli operatori: non si vende più la debolezza, anzi, in questo momento sembra che ci sia voglia di ricomprare i minimi e tentare di andare più in alto per recuperare un po’ di liquidità persa per strada nel corso delle ultime settimane di negoziazione.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.