Fotovoltaico verticale, ecco dove produce fino al 30% di energia in più

Nadia Pascale

6 Aprile 2023 - 09:30

Al via le sperimentazioni sul fotovoltaico verticale in grado di sfruttare diverse esposizioni solari. L’energia prodotta è il 30% in più rispetto agli impianti convenzionali

Fotovoltaico verticale, ecco dove produce fino al 30% di energia in più

Mentre gli italiani si stanno ponendo domande su come raggiungere gli obiettivi previsti dalla direttiva Case Green dell’Unione Europea, è arrivato il momento di scardinare qualche certezza sul fotovoltaico.

Fino ad ora abbiamo sempre tutti pensato che il sistema di produzione di energia attraverso l’uso di fonti rinnovabili, come il sole, sia adatto solo a zone in cui nell’arco della giornata vi sono molte ore di illuminazione e in zone in cui le temperature raggiungono livelli più alti.

Proprio per questo in Italia si pensa di trasformare il Sud Italia in un parco fotovoltaico. In base invece agli esperimenti di una start up norvegese, Over Easy, sarebbe possibile produrre energia con il fotovoltaico verticale anche in condizioni finora considerate proibitive o limite. Vediamo le caratteristiche del fotovoltaico verticale.

Nasce il primo impianto fotovoltaico bifacciale: risultati sorprendenti

L’impianto fotovoltaico verticale è stato installato a Vestby, vicino a Oslo, e si tratta di un impianto verticale bifacciale applicato su tetto, quindi in grado di sfruttare tutte le esposizioni solari nell’arco della giornata.
Naturalmente si tratta di pannelli solari studiati appositamente per la situazione climatica della zona.

In seguito all’installazione sono partite le misurazioni dell’energia prodotta e la start up Over Easy in tale operazione è stata affiancata dall’Istituto norvegese per la tecnologia energetica (IFE) come ente super partes, in questo modo è possibile registrare dati attendibili.

In base ai dati rilevati, nel solo 2022 l’impianto fotovoltaico verticale ha generato 1070kWh per kilowatt installato . Si tratta di un volume pari al 30% superiore rispetto a un impianto tradizionale inclinato su tetto che generalmente produce nelle stesse condizioni 800 kWh.

Il Ceo della start up, Trygve Mongstad, ha inoltre sottolineato che nei mesi compresi tra febbraio e maggio 2022 un impianto simile è stato installato anche ad Oslo con potenza 5 kWh, anche questo ha dato risultati sorprendenti, infatti il volume di produzione di energia è stato oltre il 30% superiore rispetto a quanto prodotto da un impianto tradizionale.

Quando saranno disponibili i pannelli per l’impianto fotovoltaico verticale?

I pannelli fotovoltaici verticaliBonus fotovoltaico 2023, tutti i modi per avere l’impianto a costo ridotto sono alti circa 20 centimetri e posizionati in file distanziate 40 centimetri, in questo modo si riesce a ottenere un’esposizione ottimale. Sono installati su una base bituminosa di colore grigio scuro o più chiaro. Il CEO ha sottolineato che la presenza di neve per molti mesi dell’anno sui tetti non ha impedito la produzione di energia.

I pannelli dovrebbero entrare in produzione presto grazie alla collaborazione di Over Easy con partner che si trovano in Cina e in Spagna. Si tratterà di pannelli pre-assemblati di facile montaggio e anche questo rappresenta un indubbio vantaggio per un impiego massiccio di questa nuova tecnologia.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO
Termina il 24/05/2024 Quale criptovaluta comprare oggi?

113 voti

VOTA ORA

Quale criptovaluta comprare oggi?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo