Fincantieri: nuova commessa in Norvegia da 550 milioni di euro

La controllata Vard costruirà tre navi in dotazione alla guardia costiera norvegese, nell’ambito del piano del governo per rinnovare l’assetto in dotazione alle Forze Armate del Paese.

Fincantieri: nuova commessa in Norvegia da 550 milioni di euro

Nuovo, importante ordine per Fincantieri. La controllata del gruppo italiano, Vard Holdings Limited, è stata scelta dal governo norvegese per costruire delle unità navali che andranno a rinforzare l’assetto delle Forze Armate del Paese.

Un contratto da circa 550 milioni di euro che rientra nell’investimento sulla Difesa programmato dall’esecutivo e approvato dal parlamento a inizio mese.

La notizia non sta scaldando il titolo a Piazza Affari: dopo un’apertura in rosso e una ripresa a metà mattina, poco dopo le 14 le azioni vengono scambiate a 1,30 euro perdendo lo 0,46%.

Il contratto

La Norwegian Defence Materiel Agency (Ndma), agenzia del Ministero della Difesa norvegese che ha il compito di sviluppare e modernizzare le Forze Armate nazionali, ha scelto Fincantieri per rinforzare la dotazione della guardia costiera del Paese.

Il contratto siglato con Ndma prevede che la controllata del gruppo italiano, Vard, realizzi tre unità navali che andranno a sostituire quelle della classe Nordkrapp e che saranno progettate appositamente per resistere alle operazioni nelle regioni artiche.

La nuova commessa vale oltre 5 miliardi di corone norvegesi, ovvero 550 milioni di euro.

Le unità navali oggetto del contratto – la cui efficacia è soggetta al soddisfacimento di determinate condizioni - verranno realizzate nell’ambito del network produttivo della società e consegnate a Langsten, in Norvergia, nel primo trimestre rispettivamente del 2022, 2023, 2024.

Il piano del Governo norvegese

Vard, fra le principali società al mondo per la progettazione e costruzione di navi speciali, si è aggiudicata l’importante ordine che rientra nel progetto che il governo aveva annunciato nel settembre 2016 e il parlamento approvato nei primi giorni di giungo 2018.

Obiettivo del piano di costruzione delle tre navi oggetto del contratto è quello di dotare la guardia costiera di unità navali moderne, dotate di precisi requisiti tecnici così come richiesto dalla Ndma.

Le navi, infatti, saranno utilizzate per operazioni in tutto il mondo e dovranno, dunque, essere progettate per resistere all’attraversamento delle regioni artiche, ma anche ottimizzate per i transiti oceanici di lunga distanza.

Lunghe 136 metri e larghe 22, saranno impiegate per attività costiere e offshore, oltre che per operazioni di ricerca e soccorso, sorveglianza e recupero di petrolio sversato.

Giorni impegnativi per Fincantieri

Solo due giorni fa, Fincantieri ha varato a Trieste l’unità di supporto logistico LSS “Vulcano”, commissionata a Fincantieri nell’ambito del piano di rinnovamento della flotta della Marina Militare italiana.

Il giorno prima, il 22 giugno, invece, a Venezia, il gruppo insieme e a Costa Crociere hanno celebrato nello stabilimento di Monfalcone il varo tecnico di Costa Venezia, la prima nave Costa progettata e costruita appositamente per il mercato cinese.

“Una seconda nave progettata esclusivamente per il mercato cinese, gemella di Costa Venezia, è attualmente in costruzione da Fincantieri a Marghera, con consegna prevista nel 2020. Queste due nuove navi per l’Asia porteranno a 14 il numero totale di navi Costa costruite da Fincantieri in Italia, per un investimento complessivo di oltre 6 miliardi di euro”

è precisato in una nota della società.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Fincantieri

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.