Ferrari 296 GTS: motore, prestazioni, allestimenti, prezzo, foto

Marco Lasala

20 Aprile 2022 - 11:50

condividi

Una spider ibrida con motore centrale posteriore da 830 cavalli: Ferrari presenta la nuova 296 GTS, supercar disponibile anche in allestimento Assetto Fiorano.

Ferrari 296 GTS è una spider dotata di tetto rigido in metallo con motore turbo e alimentazione ibrida plug-in. Affianca la 296 GTB condividendone motore, tecnologia e dotazione ed è disponibile anche nell’esclusivo allestimento Assetto Fiorano.

Ferrari 296 GTS ha una potenza massima di 830 cavalli per performance ineguagliabili e un sound coinvolgente.

Il suo nome combina la cilindrata da 2,9 litri al numero dei cilindri, mentre la sigla GTS sta per Gran Turismo Spider.

Ferrari 296 GTS: motore e prestazioni

Ferrari 296 GTS Ferrari 296 GTS

La 296 è la prima vettura del Cavallino Rampante a esser dotata del V6 con alimentazione ibrida plug-in, un motore turbo a 6 cilindri con angolo di 120 gradi, in grado di sprigionare una potenza di 663 cavalli, un risultato incredibile considerato che si tratta di un propulsore destinato all’utilizzo stradale dalla potenza specifica di 221 cavalli litro.

Tanti i particolari progettati partendo da zero, i due turbocompressori IHI sono totalmente nuovi, hanno un regime di rotazione di 180.000 giri al minuto e sono disposti simmetricamente, l’albero motore è in acciaio nitrurato, la pompa di mandata dell’olio è a cilindrata variabile in modo da regolare continuamente la pressione in base al funzionamento del motore, in caso di utilizzo della vettura in pista, si evita così un pescaggio a vuoto del lubrificante.

Cambia anche il polmone di aspirazione, di solito sui motori a V viene posizionato al centro, al contrario sulla 296 i collettori sono posizionati sulla fiancata della testa e delimitati dal coperchio del corpo farfallato, l’intero impianto di scarico, così come il catalizzatore sono in Inconel, una lega d’acciaio al nichel estremamente leggera e resistente alle altissime temperature.

I tecnici di Maranello hanno a lungo lavorato anche sul sound del V6 al fine di ottenere una timbrica ai bassi e alti regimi, simile a quella di un V12.

L’unità elettrica ha una potenza di 167 cavalli per una coppia massima di 315 Nm ed è abbinata a un pacco batteria da 7,45 kWh posizionato sotto il sedile del guidatore al fine di ottimizzare la distribuzione dei pesi.

Secondo i dati ufficiali la 296 GTS:

  • raggiunge una velocità massima di 330 km/h;
  • accelera da 0 a 100 km/h in 2.9 secondi;
  • nello 0 - 200 km/h impiega 7.6 secondi.

Ferrari 296 GTS: dotazione ed elettronica

Ferrari 296 GTS Ferrari 296 GTS

Oltre al tradizionale Manettino che consente sulle Rosse di ultima generazione di intervenire sui controlli elettronici e sull’assetto, tramite l’eManettino è possibile selezionare quattro modalità di alimentazione:

  • eDrive: disattiva il motore termico, spegnendolo, la vettura si muove unicamente con l’unità elettrica per un’autonomia di 25 km e fino a una velocità massima di 135 km/h, la trazione è posteriore;
  • Hybrid: rappresenta la modalità predefinita all’accensione, la centralina elettronica gestisce quando è il momento di accendere o spegnere il motore termico;
  • Performance: il V6 turbo è sempre acceso in modo da mantenere in carica la batteria;
  • Qualify: massime prestazioni.

Anche per questa sportiva, così come sulla 296 GTB, l’ABS è stato appositamente sviluppato per questa Ferrari, nella posizione Race, l’antibloccaggio sfrutta le informazioni pervenute dal sensore 6w-CDS per una calcolare esattamente la velocità di percorrenza, in curva o in rettilineo, della vettura e ottimizzare così la frenata.
Il sensore 6w-CDS è in grado di misurare accelerazione e velocità di rotazione s 3 assi (X, Y e Z), ne deriva che in frenata, rispetto alla Ferrari F8 Spider, la 296 GTS ha spazi di arresto da 200 a 0 km/h ridotti dell’8,8%.

Ferrari 296 GTS Ferrari 296 GTS

A richiesta per chi desidera prestazioni ancora più estreme è disponibile l’allestimento Assetto Fiorano che prevede una serie di particolari carrozzeria in materiale composito, finiture interne in fibra di carbonio e pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2R adatti a un utilizzo in pista.

La spider di Maranello è coperta da una garanzia di 7 anni o 120.000 chilometri.

Argomenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it