Elezioni Usa 2024, quando si vota? Data, candidati, sondaggi e legge elettorale

Alessandro Cipolla

25/01/2024

25/01/2024 - 15:40

condividi

Elezioni presidenziali Usa 2024, la guida: quando si vota, date, legge elettorale, sondaggi e candidati alle primarie dove sono in corsa anche Joe Biden e Donald Trump.

Elezioni Usa 2024, quando si vota? Data, candidati, sondaggi e legge elettorale

Elezioni Usa 2024, la guida: è iniziato negli Stati Uniti il lungo cammino che ci porterà a quello che senza dubbio è l’appuntamento elettorale più importante e seguito al mondo. Dopo le tensioni e le polemiche del 2020, culminate con il drammatico assalto di Capitol Hill, al momento tutto farebbe pensare a una nuova sfida tra Joe Biden e Donald Trump, con i ruoli questa volta invertiti.

A gennaio sono iniziate le primarie, con sia i Democratici sia i Repubblicani che sceglieranno il loro candidato presidente alle elezioni Usa 2024 tramite questo lungo meccanismo.

Ecco allora tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni presidenziali Usa 2024: tutte le date del voto, i dettami della complessa legge elettorale in vigore Oltreoceano, chi sono i candidati in campo alle primarie dei Democratici e dei Repubblicani e quali sono le previsioni dei sondaggi.

Elezioni Usa 2024: la data

Negli Stati Uniti la data delle elezioni è una certezza. Fin dall’Ottocento infatti negli States si vota nel primo martedì dopo il primo lunedì di novembre, a differenza della maggioranza degli altri paesi dove invece le urne si aprono nei fine settimana.

Le 60° elezioni presidenziali negli Stati Uniti quindi si terranno martedì 5 novembre 2024. Il perché di questa data fissa va ricercata nella storia rurale del paese, con novembre che andava a rappresentare il periodo ideale essendo incastonato tra la fine dei raccolti autunnali e l’inizio delle nevicate.

Per quanto riguarda la scelta del martedì, anche qui leggenda vuole che venne indicato questo giorno in quanto per i cristiani la domenica era il giorno da dedicare alle celebrazioni religiose.

Alla fine quindi si giunse al compromesso del primo martedì dopo il primo lunedì di novembre, anche per evitare che si potesse votare il 1° novembre che è un giorno festivo.

Per quanto riguarda le primarie il primo appuntamento sarà quello del 15 gennaio con le operazioni che andranno avanti fino a giugno; il Super Tuesday invece si terrà in data 5 marzo.

La legge elettorale

Con le elezioni presidenziali negli Stati Uniti vengono eletti il presidente e il vicepresidente. Si tratta comunque di un sistema elettorale indiretto visto che i cittadini, alle urne, indicano quelli che saranno i grandi elettori che andranno a formare poi il Collegio Elettorale.

I singoli Stati quindi, ognuno con la propria legge elettorale, eleggono i 538 membri del Collegio Elettorale in un numero che varia a seconda della grandezza dello Stato. Nella maggior parte dei casi, si tratta di un sistema di voto a stampo maggioritario.

I grandi elettori saranno quelli che poi andranno materialmente a eleggere il Presidente. Questi votano a scrutinio segreto e senza vincolo di mandato, ma raramente alla fine esprimono un voto differente al candidato della lista per il quale sono stati nominati.

Di conseguenza i cittadini americani il 5 novembre 2024 andranno a votare i grandi elettori che sono collegati alla lista di un candidato presidente. Saranno poi questi a votare a maggioranza assoluta il prossimo inquilino della Casa Bianca.

I candidati

In vista delle elezioni Usa 2024, nei Democratici sono tre i candidati che hanno ufficializzato la loro presenza alle primarie.

  • Joe Biden
  • Dean Phillips
  • Marianne Williamson

Si è assottigliata la schiera degli aspiranti candidati presidente dei Repubblicani, visto che al momento sono rimasti in corsa solo Donald Trump e Nikki Haley.

  • Donald Trump
  • Nikki Haley

    Robert Francis Kennedy Jr in un primo momento ha manifestato la volontà di correre alle primarie dem ma poi ha scelto di essere presente come candidato indipendente come l’attivista Cornel West. Alle elezioni presidenziali sarà presente con un proprio candidato anche il Partito Libertario , mentre il Partito della Solidarietà ha già indicato Peter Sonsky come aspirante inquilino della Casa Bianca.

Le primarie

Sono iniziate le primarie in vista delle elezioni presidenziali Usa 2024. Come ben noto, sia i Democratici sia i Repubblicani sceglieranno il loro candidato attraverso questo meccanismo.

Le primarie dei Repubblicani hanno preso il via in data 15 gennaio con il voto nello Iowa seguito poi da quello nel New Hampshire. L’ultimo atto invece è previsto per l’11 giugno.

Questi sono i risultati delle primarie del Partito Repubblicano dopo che si è votato in 2 Stati. Per potere ottenere una nomination occorre ottenere 1.215 delegati.

CandidatiDelegati
Donald Trump 32
Ron DeSantis* 9
Nikki Haley 18
Vivek Ramaswamy* 3

*Ritirati

Questi sono i risultati delle primarie del Partito Democratico dopo che si è votato in 1 Stato. Per potere ottenere una nomination occorre ottenere 2.271 delegati.

CandidatiDelegati
Joe Biden /
Marianne Williamson /
Dean Phillips /

Biden ha stravinto nel New Hampshire ma questo Stato non assegna delegati.

Già definita anche la data del Super Tuesday - il giorno in cui si voterà per le primarie in 15 Stati eleggendo in totale 865 delegati - che si terrà il prossimo 5 marzo.

I sondaggi

Come da tradizione sono tantissimi i sondaggi realizzati negli Stati Uniti in vista delle elezioni Usa 2024. Oltre a quelli riguardanti la vittoria finale, ci sono anche quelli in merito alle primarie e alle sfide nei singoli Stati.

Per prima cosa è bene analizzare cosa dicono i sondaggi in merito alle primarie. Tra i Repubblicani Donald Trump avrebbe un netto vantaggio (oltre i quaranta punti percentuali) rispetto a Ron De Santis e Nikky Haley più staccata. La media dei sondaggi di Real Clear Politics aggiornata al 25 gennaio è eloquente a riguardo.

  • Donald Trump 66,4%
  • Nikki Haley 13,3%

Anche nei Democratici non sembrerebbe esserci partita, con Joe Biden al 69,5% molto più avanti rispetto a Marianne Williamson (6,5%) e Dean Phillips (3,5%).

Tutto farebbe pensare al momento a un replay nel 2024 della sfida tra Biden e Trump; a riguardo, i sondaggi vedono favorito il tycoon dato al 47,3% contro il 43,3% del presidente in carica.

Nella sfida per il controllo del Congresso, stando ai calcoli del sito specializzato 270towin.com al momento i Democratici sarebbero sicuri di ottenere 226 grandi elettori contro i 235 dei Repubblicani.

Seggi Congresso elezioni usa 2024 Seggi Congresso elezioni usa 2024 Fonte 270towin

Per arrivare alla fatidica soglia dei 270 delegati, anche nel 2024 con ogni probabilità saranno decisivi quei 77 seggi che ancora stando alla media dei sondaggi realizzati sono considerati in bilico dove però, stando a un sondaggio della Cnn, Trump sembrerebbe essere in testa.

Anche Money.it a gennaio 2024 ha voluto realizzare un sondaggio - non scientifico ma soltanto indicativo non essendo a campione - dove è stato chiesto ai lettori chi sarà il vincitore delle elezioni Usa 2024.

Chi vincerà le elezioni Usa 2024 Chi vincerà le elezioni Usa 2024 Risultati sondaggio Money.it

Come si può vedere il risultato è stato abbastanza netto: per il 77% dei rispondenti sarà Donald Trump il prossimo presidente degli Stati Uniti.

Iscriviti a Money.it