Elezioni Lombardia, perché Moratti può vincere: cosa dicono i sondaggi

Alessandro Cipolla

3 Novembre 2022 - 15:56

Letizia Moratti dopo aver rotto con il centrodestra potrebbe ora candidarsi alle elezioni regionali in Lombardia sostenuta da terzo polo e Pd: per i sondaggi sarebbe la favorita.

Elezioni Lombardia, perché Moratti può vincere: cosa dicono i sondaggi

Letizia Moratti può vincere le elezioni regionali in Lombardia che, da programma, dovrebbero tenersi a marzo. Questo è quanto emerge da due sondaggi realizzati in tempi non sospetti, ovvero quando l’ex sindaca di Milano ancora non si era dimessa dal ruolo di assessore al Welfare e vicepresidente della Regione.

Nelle ultime settimane, il centrodestra conscio del rischio di una corsa da indipendente avrebbe offerto a Letizia Moratti più di una poltrona, a Roma o in Regione passando per le Olimpiadi invernali del 2026.

Moratti però avrebbe in testa soltanto il Pirellone, con una sua lista che sarebbe già pronta in vista delle elezioni regionali in Lombardia: per un sondaggio di Winpoll di ottobre ci sarebbe già una base di partenza quasi del 12%.

La rottura con il centrodestra però potrebbe avvicinare l’ex assessore al centrosinistra; il terzo polo infatti già ha fatto intendere di essere pronto a sostenere una corsa di Moratti alle regionali in Lombardia, ma l’obiettivo principale sarebbe quello di coinvolgere anche il Partito Democratico.

Moratti e le elezioni in Lombardia

Le dimissioni di Letizia Moratti hanno provocato una sorta di terremoto politico in Lombardia. Nel centrodestra infatti è iniziato lo scambio di accuse su come è stata gestita l’intera vicenda, visto che all’ex assessore sarebbe stata promessa la candidatura come presidente alle regionali 2023 pur di convincerla ad accettare la gestione del welfare in una Lombardia che era travolta dal Covid.

Il centrosinistra invece appare diviso sulla possibilità di sostenere la corsa di Moratti. Azione e Italia Viva si sono detti subito pronti, con Matteo Renzi che ha invitato il Partito Democratico a fare un pensierino a riguardo; anche al sindaco di Milano Beppe Sala non dispiacerebbe questa prospettiva.

Letizia Moratti è un profilo connotato all’interno del centrodestra, il suo campo di appartenenza è quello - ha dichiarato all’Ansa il segretario lombardo del Pd Vinicio Peluffo - Per noi il sostegno alla candidatura di Moratti non è un’opzione”.

Tutto però sembrerebbe essere ancora in ballo, con anche il leghista Attilio Fontana che non sembrerebbe essere così sicuro di una ricandidatura alle regionali 2023: per il centrodestra nel caso si starebbe già scaldando il compagno di partito Massimo Garavaglia.

I sondaggi premiano Moratti

In vista delle elezioni regionali in Lombardia, l’ultimo sondaggio ufficiale è stato realizzato da Winpoll per Affari Italiani in data 18 ottobre. Per l’indagine Letizia Moratti nelle vesti di candidata del centrodestra vincerebbe ampiamente sia contro Carlo Cottarelli sia contro Beppe Sala.

Elezioni Lombardia Elezioni Lombardia Sondaggio Winpoll 18 ottobre

Se invece Moratti dovesse presentarsi con una sua lista civica sostenuta pure dal Pd, da +Europa e dal terzo polo, l’ex ministro otterrebbe una netta vittoria in questo caso ai danni di Fontana.

In precedenza ad agosto un sondaggio sempre di Winpoll dipingeva uno scenario più equilibrato.

  • Letizia Moratti (csx, liste civiche) - 45%
  • Attilio Fontana (Lega, FdI e FI) - 44%
  • Candidato M5s - 3%

La sostanza però non sembrerebbe cambiare: se appoggiata da terzo polo, +Europa e Pd, Letizia Moratti può vincere le elezioni regionali in Lombardia soprattutto se il candidato del centrodestra dovesse essere Attilio Fontana.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo