Elezioni Brindisi 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Riccardo Rossi nuovo sindaco

I risultati ufficiali delle elezioni comunali a Brindisi: al ballottaggio vittoria di Riccardo Rossi del centrosinistra. Affluenza definitiva al 40,67%.

Elezioni Brindisi 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Riccardo Rossi nuovo sindaco

Urne chiuse a Brindisi dove in queste elezioni amministrative, dopo il commissariamento arrivato in seguito alla caduta della giunta della fittiana Angela Carluccio, è servito un ballottaggio in data 24 giugno per eleggere il nuovo sindaco.

Al ballottaggio il candidato centrista, appoggiato anche da Forza Italia, Roberto Cavallera, è stato battuto in maniera netta dall’esponente del centrosinistra Riccardo Rossi che così è stato eletto nuovo sindaco di Brindisi.

A partire dalle ore 23:00 i risultati in diretta del ballottaggio.

Il ballottaggio a Brindisi

Si è svolto in maniera regolare il voto a Brindisi per il ballottaggio tra Roberto Cavalera e Riccardo Rossi. Chi prenderà anche un solo voto in più dell’avversario diventerà il nuovo sindaco, mentre in caso di parità verrà eletto il candidato più anziano.

Affluenza definitiva al 40,67%. Risultati ufficiali dopo lo spoglio di 80 sezioni su 80.

  • Roberto Cavalera (cdx) - 43,4%
  • Riccardo Rossi (csx) - 56,6%

Scaduti i termini per ufficializzare le possibili alleanze, non è stato ufficializzato nessun apparentamento tra i candidati in lizza al ballottaggio e quelli rimasti esclusi dopo il primo turno.

In particolare Cavalera non è riuscito a siglare un accordo con Ciullo, altro candidato di centrodestra, con Rossi che così è riuscito a ribaltare il responso del primo turno riportando il centrosinistra alla guida della città.

I risultati del primo turno

Al primo turno a Brindisi l’affluenza definitiva che è stata del 60,73%. Questi sono i risultati ufficiali dopo lo spoglio di 80 sezioni su 80.

  • Riccardo Rossi - 23,49%
  • Massimo Ciullo - 18,40%
  • Roberto Cavalera - 34,71%
  • Gianluca Serra - 21,33%
  • Ferruccio Di Noi - 2,04%

    Oltre a Brindisi, nel 2018 si è votato in altri 761 comuni per il rinnovo delle amministrazioni locali. In Puglia sono state 46 le amministrazioni a essere rinnovate tra cui Barletta, Bisceglie, Monopoli, Altamura e Francavilla Fontana.

La legge elettorale

Fatta eccezione per le regioni a statuto speciale dove possono esserci dei cambiamenti in base all’autonomia, la legge elettorale delle elezioni amministrative in Italia è di tipo stampo maggioritario.

Essendo Brindisi un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato al primo turno dovesse ottenere la maggioranza assoluta, allora si terrà a un ballottaggio tra i due più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità nel testa a testa, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e di conseguenza una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.

Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere a Brindisi nel totale 32 consiglieri oltre al sindaco, saranno ammesse tutte le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi.

I candidati

Sono cinque i candidati che si sono presentati al voto del 10 giugno a Brindisi. Vediamo allora nel dettaglio chi sono e da quali partiti e liste sono stati appoggiati.

  • Riccardo Rossi - Partito Democratico, Liberi e Uguali e Brindisi Bene Comune
  • Massimo Ciullo - Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Movimento Nazionale per la Sovranità, Partito Liberale Italiano, Partito delle Aziende e Movimento +39
  • Roberto Cavalera - Forza Italia, UdC, Alternativa Popolare, Partito Repubblicano Italiano, Brindisi Città Virtuosa e Brindisi Prima di Tutto
  • Gianluca Serra - Movimento 5 Stelle
  • Ferruccio Di Noi - Impegno Sociale

In queste elezioni amministrative a Brindisi il Centrodestra si presenterà diviso,in una situazione di grande confusione che è una sorta di continuo delle liti e dei tradimenti che hanno caratterizzato la breve amministrazione Carluccio.

La Lega ha da tempo indicato nell’avvocato Massimo Ciullo il proprio candidato, trovando anche l’appoggio di Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Movimento Nazionale per la Sovranità e Partito Liberale Italiano.

Un altro avvocato sarà invece il candidato di Forza Italia: Roberto Cavalera che sarà sostenuto anche da UdC, Brindisi Popolare, Partito Repubblicano Italiano, Idea e Brindisi in Alto.

Proprio dopo una rottura con quest’ultima lista, Brindisi in Alto, è scaturita la decisione da parte di Ferruccio Di Noi, anche lui avvocato, di correre per conto proprio con la sua lista Impegno Sociale che nel 2006 andò oltre il 7%.

Alla fine ha scelto anche il Movimento 5 Stelle: dopo che erano state presentate due distinte liste, alla fine è stata certificata quella di Gianluca Serra a discapito di quella di Fabio Leoci.

Chi invece ha deciso quale sarà il proprio candidato è il Centrosinistra. Piena sintonia nella coalizione sul nome di Riccardo Rossi che così potrà contare sull’appoggio del Partito Democratico, di Liberi e Uguali e della lista Brindisi Bene Comune.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni amministrative 2018

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.