eToro lancia GoodDollar, criptovaluta per ridurre disuguaglianze: ecco come funzionerà

eToro annuncia il progetto GoodDollar: una criptovaluta per ridurre le diseguaglianze economiche tramite blockchain

eToro lancia GoodDollar, criptovaluta per ridurre disuguaglianze: ecco come funzionerà

Mentre il mercato delle criptovalute è in fermento, eToro ha annunciato oggi il lancio di GoodDollar, un esperimento già definito rivoluzionario.

L’obiettivo del progetto? Creare una moneta digitale non speculativa che elimini le diseguaglianze economiche tramite la tecnologia blockchain per far fronte ad un dato spaventoso: il 94% della ricchezza mondiale è nelle mani del 20% della popolazione.

Grazie alla criptovaluta di GoodDollar e al progetto della piattaforma di investimento, gli interessi sociali saranno maggiormente garantiti, mentre ogni utente verificato potrà decidere di acquistare creando un reddito di base globale o UBI (Universal Basic Income).

“Il successo delle nuove tecnologie non dovrebbe essere misurato solo attraverso la loro abilità di far crescere nuove aziende e sradicare quelle che non rimangono al passo, ma anche attraverso la loro capacità di cambiare positivamente il mondo in cui si inseriscono. Troppo spesso, infatti, la tecnologia si è concentrata sul generare un valore commerciale piuttosto che puntare sul valore sociale,”

ha affermato Yoni Assia, Co-fondatore e CEO i eToro che ha aggiunto:

“La tecnologia invece dovrebbe essere usata per affrontare le grandi sfide dei nostri tempi. Un concetto particolarmente vero per la blockchain, che è stata sfruttata in modi molto creativi, ma non è ancora stata usata per affrontare davvero le grandi sfide che ci troviamo davanti”.

Criptovalute: il progetto GoodDollar

L’idea di creare un progetto a favore dell’uguaglianza economica è iniziato a germogliare in Yoni Assia circa dieci anni fa, dopo la lettura di un articolo intitolato “The Visible Hand”.

Con l’aiuto di un team di esperti sparsi in diverse città del globo l’idea di creare una criptovaluta di massa per ridurre le differenze economiche tramite un reddito di base universale ha pian piano preso forma.

Le differenze economiche rappresentano una barriera che impedisce a gran parte della popolazione di realizzare il proprio potenziale, come si legge sul sito ufficiale del progetto GoodDollar. L’idea di un reddito universale di base garantirebbe a tutti un’entrata fissa a prescindere dalla propria situazione occupazionale e permetterebbe anche ai più poveri di sperare in un futuro più roseo.

Dare di più a chi ha meno

Il progetto è stato finanziato da eToro, che ha donato 1 milione di dollari. La moneta virtuale sarà realizzata e distribuita gratuitamente a chiunque. Gli utenti avranno il solo compito di verificare la propria identità tramite blockchain. La criptovaluta avrà un interesse o inflazione sociale incorporata, che darà di più a chi ne ha di meno. L’obiettivo dell’eguaglianza sociale appare evidente.

Un esperimento importante: così lo ha definito il suo stesso padre fondatore che ha invitato altri partner a partecipare.

“Siamo alla ricerca di esperti nel campo dell’identità decentralizzata, della governance, dell’adozione globale e locale di prodotti finanziari e della distribuzione della ricchezza. Cerchiamo anche ambassador che ci possano aiutare a diffondere la conoscenza del progetto in tutto il mondo e finanziatori che ci possano supportare nel distribuire il GoodDollar. Quindi se non vedete l’ora di usare la tecnologia per fini sociali, per favore contattateci”,

ha concluso.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Criptovalute

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.