Ducati Monster SP: componentistica da riferimento per la naked italiana

Marco Lasala

19/09/2022

19/09/2022 - 11:28

condividi

Una versione che vanta una componentistica da riferimento: la nuova Ducati Monster SP si rivolge agli amanti della guida sportiva.

Ducati Monster SP è una naked sportiva, divertente e con una livrea ispirata alla MotoGP. Si rivolge a chi ama le massime prestazioni, la sua componentistica è da riferimento.

Presentata nel 2021 la nuda di Borgo Panigale è una moto che rappresenta essenzialità, leggerezza e qualità costruttiva, la Ducati Monster SP è la massima espressione sportiva di una naked che affonda le sue radici nel passato.

La sua storica antenata è stata presentata nel 1993, la potente variante sportiva dell’apprezzata naked italiana, si presenta al grande pubblico con una dotazione completa.

Un motore bicilindrico da 111 cavalli di potenza massima, raffreddato a liquido con distribuzione desmodromica a 4 valvole per cilindro, un propulsore posizionato che segue le impostazioni della Panigale V4, un telaio in alluminio leggero e compatto, fissato direttamente alle teste del motore, è questa la ricetta di una naked senza tempo e che anno dopo anno, si evolve, crescendo nei contenuti e nelle performance.

Ducati Monster SP: una livrea da MotoGP

Una livrea che riprende i colori della Ducati Desmosedici GP 2022, nella ricca dotazione spicca la forcella Ohlins NIX30 con foderi anodizzati e il silenziatore Termignoni omologato per utilizzo stradale. Altri dettagli riguardano la sella rossa, il logo Monster SP sul coperchio della sella passeggero e il marchio Ducati con grafica della Panigale V4 posizionato sul serbatoio.

Le sospensioni sono firmate dalla Ohlins, la forcella è stata alleggerita di 0,6 kg rispetto a quella montata sul Monster, il setup anche del monoammortizzatore posteriore ha una taratura sportiva.

Come da tradizione del marchio di Borgo Panigale, l’impianto frenante è da riferimento, con pinze Brembo Stylema, flange in alluminio e dischi anteriori da 320 mm. La batteria agli ioni di litio ha consentito un ulteriore risparmio di 2 kg sul peso in ordine di marcia, il tutto nonostante la presenza del cupolino e dell’ammortizzatore di sterzo.

L’aggiunta dell’ammortizzatore di sterzo migliora la stabilità dell’avantreno in accelerazione e curva, gli pneumatici Pirelli Diablo Rosso IV esaltano il comportamento dinamico della naked italiana. Rivista anche l’elettronica, i Riding Mode e i controlli elettronici, tutti tarati per sfruttare al meglio la ciclistica, nuova è la modalità Riding Mode Wet pensata per chi utilizza la moto anche in inverno su fondi a scarsa aderenza e bagnati.

Ducati Monster SP è disponibile anche in versione depotenziata guidabile con patente A2

Il ricco equipaggiamento di serie comprende:

  • ABS Cornering;
  • Ducati Traction Control;
  • Ducati Wheelie Control;
  • Launch Control.

La strumentazione ospita uno schermo TFT da 4,3 pollici con grafica racing ripresa dalla Panigale V4, i Riding Mode Sport, Road e Wet sono selezionabili tramite un apposito selettore posto sul manubrio.

Ducati Monster SP arriverà nelle concessionarie a partire da gennaio 2023.

Argomenti

# Ducati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it