Dichiarazione precompilata 2018: ecco le specifiche tecniche per l’invio dei dati

Dichiarazione precompilata 2018: specifiche tecniche per la comunicazione dei dati relativi ai bonifici per ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, delle spese sanitarie rimborsate e dei contributi di previdenza complementare.

Dichiarazione precompilata 2018: ecco le specifiche tecniche per l'invio dei dati

Dichiarazione precompilata 2018: con quattro provvedimenti pubblicati il 6 febbraio 2018 l’Agenzia delle Entrate rende note le istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati necessari alla predisposizione della dichiarazione dei redditi.

Nel dettaglio, con i provvedimenti del 6 febbraio 2018 sono rese note le specifiche tecniche relative all’invio dei dati di lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica effettuati in condomini e in edifici privati, delle spesa sanitarie rimborsate e dei contributi di previdenza complementare.

Tra le novità introdotte, le nuove specifiche tecniche per l’invio dei dati relativi alle spese sostenute nel 2017 e da inserire nella dichiarazione dei redditi precompilata 2018 si segnalano:

  • nuove modalità di compilazione dei dati in merito alla cessione del credito Ecobonus;
  • nuova causale al fine di individuare i bonifici relativi alle spese per l’arredo degli immobili ristrutturati.

Si riportano di seguito le novità contenute nei provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate in merito all’invio dei dati da inserire nella dichiarazione precompilata 2018.

Dichiarazione precompilata 2018: invio dati ristrutturazione e lavori di riqualificazione enegetica

Ai fini della dichiarazione precompilata 2018, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto le nuove specifiche tecniche relative all’invio dei dati dei bonifici di lavori di ristrutturazione e lavori di riqualificazione energetica effettuati su edifici privati e su parti comuni di edifici condominiali.

In merito alle specifiche tecniche per la comunicazione dei dati dei bonifici per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici (lavori ammessi al bonus ristrutturazioni e all’ecobonus), l’Agenzia delle Entrate ha introdotto una nuova causale al fine di individuare i bonifici relativi alle spese per l’arredo degli immobili ristrutturati.

Novità riguardano anche la comunicazione dei dati dei bonifici relativi ai lavori effettuati su parti comuni di edifici condominiali: le nuove specifiche tecniche per l’invio dei dati necessari alla predisposizione della precompilata 2018 vengono aggiornate con le nuove regole relative alla cessione del credito per i condomini incapienti.

Si rimanda al sito dell’Agenzia delle Entrate per poter consultare e scaricare i provvedimenti del 6 febbraio 2018 e le specifiche tecniche relativi a, rispettivamente:

Invio dati spese sanitarie rimborsate

In merito alle spese sanitarie rimborsate nel 2017 e che saranno inserite nella dichiarazione precompilata 2018, le specifiche tecniche pubblicate con il provvedimento del 6 febbraio 2018 sono state modificate al fine di acquisire l’informazione dei contributi detraibili, anziché deducibili, ricevuti dai soggetti che erogano rimborsi delle spese sanitarie.

Per scaricare le specifiche tecniche per l’invio dei dati relativi alle spese sanitarie rimborsate nel 2017 si rimanda al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Comunicazione dati contributi di previdenza complementare

Il provvedimento del 6 febbraio 2018 relativo alla comunicazione dei dati relativi ai contributi di previdenza complementare versati nel 2017 implementa le specifiche tecniche per prevedere l’obbligo, a partire dei dati relativi al 2018, dell’indicazione del codice fiscale del soggetto che sostiene la spesa diverso dall’iscritto alla forma di previdenza complementare, consentendo così una corretta compilazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Scarica le nuove specifiche tecniche accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Modello 730 precompilato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.