Detrazione affitto studenti fuori sede nel 730/2021: requisiti e istruzioni

Rosaria Imparato

20/05/2021

06/09/2021 - 10:47

condividi

Come compilare il modello 730 per ottenere la detrazione delle spese d’affitto per gli studenti fuori sede? Di seguito istruzioni e importi.

Detrazione affitto per studenti fuori sede: anche nel 2021 è possibile ottenere il rimborso IRPEF del 19% delle spese sostenute. Per farlo però è necessario compilare in modo corretto il modello 730.

Nella dichiarazione dei redditi è possibile ottenere un rimborso Irpef del 19%, su un importo massimo di 2.633 euro.

Vediamo quali sono i requisiti per poter ottenere la detrazione. Tra questi, una novità, in vigore in realtà già dallo scorso anno: è stata unificata la distanza minima per poter accedere all’agevolazione.

Fino all 2019, infatti, la distanza minima tra il comune di residenza e l’università era 100 chilometri, che si riduceva a 50 chilometri nel caso di comuni montani o svantaggiati, quindi difficili da raggiungere.

Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate relative alla compilazione del modello 730/2021 invece fanno riferimento solo alla distanza di 100 chilometri.

Ricordiamo che dal 19 maggio è possibile accedere alla propria dichiarazione precompilata per modificare/integrare i dati in essa contenuti, così come è già possibile inviare il 730 all’Agenzia delle Entrate.

Detrazione affitto studenti fuori sede nel 730/2021: requisiti

Confermata nel 2021 la novità introdotta lo scorso anno che riguarda i requisiti per accedere alla detrazione delle spese sostenute per l’affitto degli studenti fuori sede.

Si tratta di un cambiamento poco conveniente agli studenti che provengono da comuni montani, ovvero zone difficili da raggiungere. Se fino all’anno scorso la distanza minima per questa categoria di studenti era 50 chilometri, da quest’anno è raddoppiata.

La distanza minima per poter ottenere la detrazione del 19% delle spese sostenute quindi diventa 100 chilometri per tutti gli studenti universitari fuori sede in Italia.

Parliamo naturalmente della distanza minima che deve esserci tra il comune di residenza dello studente fuori sede e l’università presso cui è iscritto.

Possono fruire della detrazione anche gli studenti che frequentano università in uno degli Stati membri dell’Unione Europea o in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo con i quali sia possibile lo scambio d’informazioni.

Il rimborso IRPEF del 19% delle spese sostenute per l’affitto gli studenti fuori sede spetta con le seguenti tipologie di contratto:

  • contratti di locazione stipulati o rinnovati in base alla legge 9 dicembre 1998, n. 431;
  • contratti di ospitalità;
  • atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative.

Detrazione affitto studenti fuori sede, istruzioni per il 730/2021

Tutte le indicazioni per compilare il modello 730 si trovano nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

L’importo massimo riconosciuto come detrazione per le spese dell’affitto per gli studenti fuori sede è 2.633 euro. Il rimborso Irpef del 19% ammonta quindi a circa 500 euro.

Per ottenere la detrazione, il contribuente deve compilare il Rigo E8/E10, indicando il codice 18. L’importo deve comprendere le spese indicate nella sezione “Oneri detraibili” (punti da 341 a 352) della Certificazione Unica.

Le seguenti spese rientrano tra quelle non detraibili:

  • il deposito cauzionale;
  • le spese condominiali o di riscaldamento comprese nell’affitto;
  • il costo per l’agenzia immobiliare.

La detrazione spetta anche se le spese sono state sostenute per i familiari fiscalmente a carico.

Iscriviti a Money.it