La crescita economica globale del 2020 sarà sostenuta dalle Banche centrali

Per Ken Leech, Chief Investment Officer di Western Asset e Anujeet Sareen, Portfolio Manager di Brandywine Global, l’economia globale dovrebbe dimostrarsi resiliente nell’anno appena iniziato. A sostenere la crescita saranno principalmente le Banche centrali e le loro politiche ultra accomodanti

La crescita economica globale del 2020 sarà sostenuta dalle Banche centrali

Dopo un 2019 all’insegna di numerosi eventi che hanno portato incertezza tra gli operatori, le attese per quest’anno non sono così negative, almeno secondo Ken Leech, Chief Investment Officer di Western Asset e Anujeet Sareen, Portfolio Manager di Brandywine Global.

Secondo gli esperti, l’economia globale dovrebbe resistere anche nel 2020, soprattutto per effetto delle politiche ultra accomodanti messe in campo dalle banche centrali.

Leech sostiene come quest’anno l’economia dovrebbe dare prova di resilienza, aiutata dalla forza dei consumi globali e dall’entità degli stimoli delle banche centrali dei Paesi sviluppati ed emergenti.

Sareen inoltre, aggiunge come grazie agli istituti centrali gli indici PMI sono attesi in crescita. “Il settore manifatturiero emergente, in particolare, rimarrà forte nel 2020, risultando di supporto anche ai mercati sviluppati”.

Le attese per Usa ed Eurozona

Per quanto concerne gli Stati Uniti, il Chief Investment Officer di Western Asset evidenzia come ci siano fattori di ottimismo forniti dal miglioramento della spesa dei consumatori e dai dati manifatturieri.

“Sarà proprio l’andamento dei consumi, che potrebbe determinare se l’economia USA si risolleverà da un rallentamento di metà ciclo, oppure se andrà verso una recessione che potrebbe diffondersi nel resto del mondo”, aggiunge il Portfolio Manager di Brandywine Global.

In Eurozona invece, Leech evidenzia come, anche se sono presenti molti rischi al ribasso (con alcuni Paesi che potrebbero finire in recessione tecnica), il mercato sarebbe troppo pessimista.

“La crescita potrebbe infatti segnare un leggero miglioramento nel 2020; l’economia tedesca dovrebbe accelerare e, con il ridursi della confusione politica, è possibile anche un rimbalzo della crescita in Italia”. Ancora una volta, le politiche monetarie e fiscali accomodanti dovrebbero permettere a numerosi Stati di crescere ancora.

Il fattore di incertezza principale è quello relativo alla guerra commerciale tra Usa e Cina, le quali “dovranno porre fine a quelle dinamiche di rischio che hanno portato al rallentamento generalizzato a partire dal 2018. Nel 2020 dovremmo vedere passi in avanti credibili verso un accordo commerciale, e politiche adeguate da parte della Fed e delle autorità cinesi”, chiosa Sareen.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.