Cosa sappiamo sulla nuova ondata di caldo in arrivo in Italia

Luna Luciano

11 Luglio 2022 - 00:23

condividi

Sono in arrivo nuove ondate di calore che coinvolgeranno l’intera penisola. Dopo il fresco degli ultimi giorni torna il caldo. Ecco cosa sappiamo.

Cosa sappiamo sulla nuova ondata di caldo in arrivo in Italia

Il fresco e le temperature più miti lasceranno nuovamente spazio al caldo torrido delle settimane precedenti. È questo ciò che emerge dalle previsioni del tenente colonnello dell’Aeronautica Militare Guido Guidi. L’aria rinfrescante di questi giorni non durerà a lungo, cedendo il passo a nuove ondate di calore.

Ormai numerosi esperti hanno lanciato l’allarme quella che stiamo vivendo è una delle estati più calde degli ultimi anni. Ancora pochi giorni e a metà luglio torneranno i venti caldi da Sud e le temperature torneranno ad aumentare, e a subire maggiormente i danni sarà ancora l’ambiente. In Italia è allarme siccità non solo al Nord, la Sicilia è a rischio desertificazione.

Infatti, a complicare la situazione non è solo la morsa di calore che stringerà nuovamente l’Italia, ma le scarse precipitazioni registrate durante l’anno. Come sottolineato dal colonnello Guidi quest’anno l’estate è iniziata presto: già da fine maggio, inizio giugno, sono state registrate temperature record con picchi fino a 45°. E mentre si può ancora godere del fresco per alcuni giorni è importante conoscere quello che al momento si può sapere sulla nuova ondata di caldo in arrivo in Italia.

Cosa sappiamo sulla nuova ondata di caldo in arrivo in Italia

È impossibile negare l’ondata di sollievo che ha raggiungo ognuno di noi con l’abbassarsi delle temperature e l’aria fresca. Attualmente, come spiegato dal colonnello Guidi, su parte del Meridione, nella zona Adriatica le temperature sarebbero anche al di sotto della norma, il passaggio è stato “abbastanza brusco” e ne sono la prova i temporali intensi che ci sono stati fino a ieri.

Eppure, già dall’inizio della prossima settimana (11-17 luglio) le temperature inizieranno nuovamente ad aumentare. Fino ai primi giorni della prossima settimana le temperature saranno nella norma, mentre al Nord le Regioni cominceranno a soffrire nuovamente il caldo con 33-34 gradi tra Milano e Torino. Dal 14 luglio quindi una nuova ondata di calore causerà un aumento delle temperature graduale.

Estate 2022 e ondate di calore: una delle più calde di sempre

A preoccupare gli esperti è proprio l’aumento delle temperature e le improvvise ondate di calore. Solo nel mese di giugno sono state registrate temperature record, tra le più alte degli ultimi anni.

Abbiamo avuto tutto giugno con temperature fortemente sopra la media in tutto il paese, con 3 o 4 gradi in più rispetto allo standard del periodo. Ha fatto molto più caldo rispetto alle attese, in più l’estate è iniziata presto, prima dell’incipit astronomico che arriva col solstizio, che non segna l’inizio effettivo di una stagione ma che è indicativo.

L’estate 2022 si preannuncia essere una delle più calde di sempre, presentando alcune analogie con l’estate del 2003, quando l’Europa fu investita da una massiccia ondata di calore.

Queste prime settimane della stagione estiva sono state calde come quelle del 2003. L’unica sostanziale differenza è che l’estate del 2003 giunse dopo un inverno e una primavera con numerose precipitazioni, quest’anno invece a causa delle scarse precipitazioni nei mesi passati la penisola si trova in pieno allarme siccità, uno stato che perdura da mesi, come sottolineato da Guidi: “dai primi mesi dell’anno ma sarebbe più corretto forse dire dagli ultimi mesi dello scorso anno”. La situazione risulta essere particolarmente grave nelle regioni settentrionali, il fiume Po ha una portata che ha raggiunto i minimi storici

Cosa aspettarsi dalle nuove ondate di caldo ?

Gli esperti avevano predetto fin dall’inizio che l’estate 2022 sarebbe stata caratterizzata da temperature record e così è stato. Questo però non impedisce delle possibili interruzioni con temperature più miti, come la settimana appena trascorsa.

Nel frattempo, le previsioni sono sin costante aggiornamento e ciò che mostrano è la prevalenza di condizioni e temperature sopra la media statistica della stagione estiva, portando i tropici nel Mediterraneo. L’Italia dovrà quindi aspettarsi che il caldo continui ancora per molto tempo e con questa intensità.

Argomenti