Coronavirus: quando finirà tutto la mascherina sarà obbligatoria

Antonio Cosenza

31 Marzo 2020 - 11:03

condividi

Coronavirus, il rientro alla normalità è ancora lontano: mascherina obbligatoria anche una volta terminata l’emergenza sanitaria.

Coronavirus: quando finirà tutto la mascherina sarà obbligatoria

Coronavirus: l’utilizzo della mascherina potrebbe essere obbligatorio anche una volta rientrata l’emergenza sanitaria.

Comincia a delinearsi una data in cui negozi e uffici potranno riaprire: il 18 aprile dovrebbe trattarsi di uno step intermedio, con la riapertura in programma solamente nei primi giorni di maggio.

Come spiegato dagli esperti in un articolo pubblicato dal Corriere della Sera, però, anche dopo la riapertura di tutte le attività non torneremo alla normalità. Dovremo abituarci a mantenere le distanze, ma anche a vedere persone indossare la mascherina.

Sarà consuetudine, almeno nei primi mesi (e probabilmente fino a quando non verrà trovato un vaccino), rispettare le dovute precauzioni per evitare il contagio. Secondo gli esperti, infatti, l’utilizzo della mascherina, in determinate circostanze, verrà imposto dalla legge anche nei prossimi mesi.

Coronavirus: mascherina obbligatoria anche al termine dell’emergenza

Nel dettaglio, l’utilizzo della mascherina obbligatoria non dovrebbe riguardare ogni circostanza. Ad esempio, eccetto che per coloro che presentano sintomi di malattie respiratorie, la mascherina non sarà necessaria quando si è all’aria aperta.

Quindi, si tratterebbe di applicare quanto già previsto nel Decreto Cura Italia, nel quale si legge che la mascherina chirurgica reperibile in commercio è obbligatoria per tutti quei lavoratori che nello svolgimento della loro attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonale di un metro.

Ad esempio, la mascherina continuerà ad essere obbligatoria per parrucchieri e barbieri, estetiste, medici, fisioterapisti, ma anche all’interno delle fabbriche e in tutti quei posti di lavoro dove gli assembramenti sono inevitabili.

Ma secondo gli esperti la mascherina non dovrà essere obbligatoria solamente sul posto di lavoro: questa, infatti, servirà anche in tutti i luoghi pubblici chiusi come quando si va alla Posta, o in banca, ma anche all’Università o semplicemente a fare la spesa. Un obbligo a cui si aggiungerà quello di dover mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro.

Una norma in cui potrebbe rientrare anche il personale della scuola e gli studenti, ma solo se si dovesse riprendere regolarmente nel mese di maggio.

Nel caso in cui la ripresa delle lezioni in aula dovesse slittare, con studenti e insegnanti che si ritroveranno solamente a settembre, la mascherina non dovrebbe servire.

Il tutto con lo scopo di ritardare il più possibile il secondo picco di Coronavirus (una seconda ondata è possibile, ma seguendo le indicazioni degli esperti sarà comunque possibile controllarla ed evitare una nuova emergenza sanitaria). Il rientro alla normalità, quindi, è ancora lontano e probabilmente dovremo abituarci presto al rispetto di nuove regole, come quella che ci obbliga ad indossare la mascherina.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it