Coronavirus Israele: successo digitale contro pandemia

Violetta Silvestri

07/05/2020

12/04/2021 - 18:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ogni Stato ha escogitato la sua strategia per arginare i contagi da coronavirus. In Israele ha prevalso il digitale. Il Paese, oggi, conta un numero di decessi limitato: il sistema di controllo online pare funzionare.

Coronavirus Israele: successo digitale contro pandemia

Israele ha puntato sul digitale per arginare la pandemia. Il Paese presenta attualmente un numero piuttosto contenuto di decessi da coronavirus e questo anche grazie ad un sistema tecnologico di controllo della salute della popolazione.

Kira Radinsky, esperta di intelligenza artificiale e ora al fianco del ministro della Salute israeliano, ha spiegato in un’intervista a La Repubblica come funziona il sistema di controllo online dei sintomi dei cittadini.

Questionari online: così Israele contro COVID-19

Evitare l’affollamento di ospedali e il repentino collasso del sistema sanitario: con questi strategici obiettivi Israele ha intrapreso la strada della digitalizzazione per controllare la salute dei cittadini ai tempi del coronavirus.

Il Paese mediorientale presenta un numero piuttosto contenuto di morti per l’epidemia: poco più di 200 le vittime, circa 26,9 deceduti per 1 milione di abitanti.

Kira Radinsky non ha dubbi: la strategia dei questionari online ha dato buoni risultati. Ma come funziona? L’idea di base è così spiegata:

“Un questionario da compilare online per avere in tempo reale un’idea relativamente precisa delle condizioni dei cittadini giorno per giorno. Una serie di domande su possibile febbre, tosse e altri sintomi.”

Lo scopo è di isolare immediatamente le persone sospettate di infezione, facendo subito una distinzione tra chi può curarsi in isolamento domiciliare e i pazienti, invece, che richiedono assistenza ospedaliera.

Facendo, quindi, una prima selezione online evitando affollamenti delle strutture. I questionari vengono inviati ogni giorno ai cittadini israeliani tramite un messaggio telefonico.

I risultati vengono captati da una piattaforma epidemiologica in possesso di ospedali che collaborano (sono almeno 50). Le strutture, in questo modo, possono tenere sotto controllo la situazione sintomatica della popolazione e avanzare ipotesi in anticipo su dove esploderanno più casi.

Una misura efficace, quindi, per il Governo israeliano poiché ha aiutato a dare risposte tempestive sul da farsi. Inoltre, insieme alla app sul tracciamento dei contatti, è stato possibile limitare le persone decedute.

Il ministero della Salute si dice soddisfatto della gestione coronavirus. La soluzione digitale, probabilmente, non è stata la sola a facilitare un numero così contenuto di morti.

Ma ha permesso di ovviare alle carenze sanitarie e ospedaliere (come la penuria di respiratori), consentendo, probabilmente, interventi mirati e tempestivi.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter