Concorso Vigili del fuoco, bando in Gazzetta Ufficiale: requisiti, posti e come candidarsi

Alessandro Nuzzo

01/10/2022

01/10/2022 - 15:25

condividi

Indetto un nuovo concorso per ispettore antincendi del corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Ecco quali sono i requisiti e come fare domanda.

Concorso Vigili del fuoco, bando in Gazzetta Ufficiale: requisiti, posti e come candidarsi

Entrare nel corpo nazionale dei Vigili del fuoco è il sogno di tanti giovani italiani. Questo corpo è uno dei più apprezzati in Italia e svolge un ruolo cruciale per il benessere e la sicurezza dei cittadini. Per chi volesse provare ad entrare a far parte dei Vigili del fuoco segnaliamo un nuovo concorso pubblicato in Gazzetta Ufficiale per il reclutamento di 97 ispettori antincendio.

Di questi posti un sesto sono riservati al personale che espleta funzioni operative con rispetto dei requisiti, il 10% ai volontari iscritti da almeno 7 anni e il 2% agli ufficiali delle forze armate. Vediamo i requisiti e come fare domanda.

Concorso Vigili del fuoco ispettori antincendio: i requisiti

Come riportato in Gazzetta Ufficiale per poter partecipare al concorso per ispettori antincendio del corpo nazionale dei Vigili del fuoco bisognerà avere oltre alla cittadinanza italiana e al godimento dei diritti politici:

  • un’età non superiore agli anni 30. Limite che sale a 37 per gli appartenenti al corpo volontario mentre per chi svolge già funzioni operative non è previsto limite massimo d’età;
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale;
  • laurea in ingegneria o architettura e conseguente abilitazione professionale.

Non è ammesso a partecipare chi è stato espulso dalle forze armate o che sono stati condannati per delitti non colposi.

Concorso Vigili del fuoco: come fare domanda e prove

La domanda di partecipazione andrà inoltrata esclusivamente per via telematica collegandosi al sito dei Vigili del fuoco nella sezione concorsi online. Per accedere c’è bisogno delle credenziali Spid. Il termine ultimo per inoltrare la domanda è la mezzanotte del 30 ottobre 2022.

Istituita la commissione esaminatrice se il numero delle domande è 10 volte superiore al numero dei posti messi a concorso, ci sarà una prova preselettiva che verterà su una serie di domande a risposta multipla su diversi argomenti.

Superata la prova preselettiva è il momento delle prove che sono due scritte e una orale. La prima prova scritta consisterà nella stesura di un elaborato senza ausilio di strumenti informatici su geometria delle masse e scienza delle costruzioni.

La seconda prova consisterà sempre in un elaborato senza l’ausilio di strumenti informatici su una delle seguenti materie:

  • elettrotecnica e impianti;
  • meccanica e macchine;
  • idraulica.

Alla prova orale saranno ammessi i candidati che avranno riportato un punteggio nelle prove scritte non inferiore a 21/30. La prova orale verterà sulle seguenti materie:

  • fisica;
  • chimica;
  • topografia;
  • elementi di normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • elementi di normativa tecnica e procedurale di prevenzione incendi;
  • elementi di diritto amministrativo e di diritto costituzionale;
  • ordinamento del ministero dell’Interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, e ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Durante il colloquio orale sarà accertata anche la conoscenza di una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, spagnolo e tedesco oltre alla conoscenza delle apparecchiature informatiche. La prova orale si intenderà superata se il candidato supererà il punteggio di 21/30.

Fatto ciò la commissione in base ai candidati ritenuti idonei stilerà la graduatoria finale di merito.

Iscriviti a Money.it