Concorsi Agenzia delle Entrate, pronte 2.500 assunzioni: bando entro dicembre, chi può candidarsi

Alessandro Nuzzo

26/11/2022

26/11/2022 - 09:59

condividi

Grande attesa per il concorso dell’Agenzia delle Entrate che porterà nel 2023 all’assunzione di 2.500 funzionari a tempo indeterminato. Ecco tutte le info.

Concorsi Agenzia delle Entrate, pronte 2.500 assunzioni: bando entro dicembre, chi può candidarsi

Fine anno con il botto per il lato concorsi pubblici. C’è grande attesa per l’uscita di diversi bandi che mirano ad assumere a tempo indeterminato diverse figure nella Pubblica Amministrazione. Uno di questi è quello dell’Agenzia delle Entrate. L’ente ha reso noto che sono previsti nel piano triennale nuove assunzioni entro fine anno.

In particolare si è in attesa delle autorizzazioni per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di un bando che punta ad assumere 2.500 funzionari tributari a tempo indeterminato. Vediamo in anteprima cosa si sa sul concorso e quali saranno i requisiti.

Concorso funzionari tributari Agenzia delle Entrate: requisiti

Uno dei bandi più attesi è proprio questo per funzionari tributari. I posti messi a disposizione dovrebbero essere 2.500 e sono richiesti esperti in materia fiscale con conoscenze specifiche in materia tributaria e contabilità aziendale. Il requisito sarà il possesso di una laurea in materie giuridico-economiche. La selezione dovrebbe prevedere tre profili diversi:

  • 1 profilo di funzionario tributario con laurea in materie giuridico-economiche che assumerà il ruolo di esperto in materia fiscale con conoscenze specifiche in materia tributaria e contabilità aziendale per attività di accertamento fiscale, contenzioso tributario, dichiarazioni fiscali, assistenza ai contribuenti, coordinamento e indirizzo nella lotta all’evasione fiscale;
  • 2 profilo di funzionario per i servizi di pubblicità immobiliare con laurea giuridica chiamato ad eseguire formalità e ipoteche e a rilasciare ispezioni ipotecarie;
  • 3 funzionario in attività legale con conoscenze specifiche di: rapporto di pubblico impiego, codice dell’amministrazione digitale, protezione dei dati, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, trasparenza, anticorruzione.

Ancora poche notizie su come verterà la selezione ma è probabile ci sia almeno una prova scritta e una orale. Se il numero dei candidati dovesse essere molto alto è molto probabile venga organizzata anche una prova preselettiva. Le materie oggetto delle prove saranno:

  • diritto tributario;
  • diritto civile e commerciale;
  • diritto amministrativo;
  • contabilità aziendale;
  • organizzazione e gestione aziendale;
  • scienza delle finanze;
  • elementi di statistica.

Il bando è atteso entro fine 2022, quindi per chi ha intenzione di partecipare al concorso può iniziare già a prepararsi sulle materie indicate. Ma il maxiconcorso non sarà l’unico previsto dall’Ente, ci saranno infatti altri bandi per l’assunzioni di diversi profili.

Gli altri concorsi attesi presso l’Agenzia delle Entrate

A breve sono attesi anche altri bandi di concorso per l’assunzione di specifici profili presso l’Agenzia delle Entrate. Detto del maxi concorso per 2.500 posti, è atteso anche il bando per 500 assistenti tecnici chiamati a fornire supporto nei processi catastali, cartografici, estimativi e dell’Osservatorio del mercato immobiliare.

Tra i requisiti è necessario il possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione di geometra o perito. industriale. Ma si cercano anche 60 assistenti informatici che si occuperanno della gestione e manutenzione del sistema informatico locale fornendo supporto sia lato hardware che software. In questo caso il requisito dovrebbe essere soltanto il possesso di un diploma di istruzione superiore di secondo grado.

Infine è prevista anche l’assunzione di 130 funzionari tecnici completi di alta specializzazione. Per partecipare al concorso sarà necessario possedere una laurea ed essere iscritti all’albo degli architetti o ingegneri.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO