Concerto e volo cancellato, sì al rimborso del biglietto: novità nel dl Rilancio

Un emendamento al decreto Rilancio prevede la possibilità di ottenere il rimborso di quanto pagato per concerti e viaggi, ma a determinate condizioni. Le proteste dei consumatori hanno avuto successo.

Concerto e volo cancellato, sì al rimborso del biglietto: novità nel dl Rilancio

Via libera al rimborso del biglietto per concerti e voli aerei annullati a causa del coronavirus. I nuovi emendamenti approvati al dl Rilancio prevedono questa possibilità ma ad alcune condizioni.

Per concerti ed eventi il rimborso del biglietto è possibile quando non viene fissata una nuova data entro un anno e mezzo; mentre per i voli aerei il cliente ha diritto al rimborso quando il voucher emesso dalla compagnia aerea non viene utilizzato entro 18 mesi.

In tutti gli altri casi resta in vigore la regola del voucher come unica forma di rimborso, cosa che nei mesi scorsi ha scatenato accese polemiche da parte degli acquirenti e delle associazioni che tutelano i consumatori.

Una piccola vittoria per gli appassionati di viaggi e musica dal vivo.

Concerto annullato al via i rimborsi dei biglietti: ecco quando è possibile

Buone notizie per coloro che a causa del coronavirus hanno perso i soldi dei biglietti dei concerti che sono stati cancellati o rinviati a data da definire: se l’evento non viene riprogrammato entro 18 mesi dalla cancellazione si ha diritto al rimborso del prezzo pagato e non un voucher sostitutivo dello stesso valore.

Questo perché i consumatori hanno diritto ad assistere al concerto per il quale avevano acquistato il biglietto e non ad un altro qualsiasi. Per questo l’emissione del voucher come unica forma di rimborso è stata superata.

Tuttavia il rimborso del biglietto potrà esserci solo ed esclusivamente se la nuova data del concerto o altro evento non viene fissata entro un anno e mezzo dalla cancellazione. In caso contrario il cliente dovrà accontentarsi del voucher che vale come buono per l’acquisto di un nuovo ticket.

E per i viaggi in aereo?

Importanti novità anche per chi negli scorsi mesi aveva acquistato i biglietti per voli poi cancellati a causa dell’emergenza sanitaria e del blocco delle frontiere.

Secondo i nuovi emendamenti, la compagnia aerea deve emettere un voucher dello stesso importo pagato con validità di 18 mesi; se il cliente non vuole o non può sfruttare il buono per l’acquisto di un nuovo titolo di viaggio entro un anno e mezzo la compagnia è tenuta a restituire la somma.

Per il rimborso non occorrono particolari procedure o adempimenti: questo dovrà essere automatico.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories