Detrazione bonus casa ed ecobonus 2021: online i siti per la comunicazione Enea

Rosaria Imparato

27 Gennaio 2021 - 13:33

condividi

Detrazione bonus casa ed ecobonus 2021, sono disponibili online i siti per la comunicazione Enea. La scadenza è quella canonica dei 90 giorni dalla conclusione dei lavori.

Detrazione bonus casa ed ecobonus 2021: online i siti per la comunicazione Enea

Detrazione bonus casa ed ecobonus 2021, l’Enea ha messo a disposizione dei contribuenti i siti per la comunicazione dei dati relativi agli interventi di efficienza energetica e non solo.

All’ENEA vanno comunicati i lavori che riguardano ecobonus, bonus facciate e bonus casa, ovvero i lavori per la ristrutturazione edilizia degli edifici.

Il termine per l’invio dei dati è di 90 giorni dalla data di fine lavori. Per tutti gli interventi conclusi tra il 1 gennaio 2021 e il 25 gennaio 2021, il termine di 90 giorni decorre dal 25 gennaio 2021, data in cui i relativi siti sono stati messi online.

Per gli interventi terminati tra il 1° e il 25 gennaio quindi la scadenza per effettuare la comunicazione Enea è il 25 aprile 2021.

Detrazione bonus casa ed ecobonus 2021: online i siti per la comunicazione Enea

Dal 25 gennaio 2021 sono online i siti per la comunicazione all’Enea dei dati relativi:

  • alle riqualificazioni energetiche del patrimonio edilizio esistente (incentivi del 50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%) e i dati bonus facciate (incentivi del 90%) devono essere inseriti sulla sezione ecobonus;
  • per gli interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili che usufruiscono delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie devono essere inseriti sulla sezione bonus casa.

I siti Ecobonus 2021 e Bonus Casa 2021 sono raggiungibili dal portale detrazionifiscali.enea.it.

Dallo stesso portale si può accedere anche al sito dedicato al Superbonus 110%.

Detrazioni bonus casa ed ecobonus 2021: 90 giorni per la comunicazione Enea

Il termine canonico per l’invio dei dati è di 90 giorni dalla data di fine lavori. A tal proposito, il giorno “spartiacque” è il 25 gennaio 2021, data in cui i siti sono stati messi online (come comunicato dall’Enea stessa).

Per gli interventi terminati tra il 1° e il 25 gennaio, il termine di 90 giorni decorre dal 25 gennaio 2021, quindi la scadenza per la comunicazione è il 25 aprile.

Per i lavori che termineranno dopo il 25 gennaio, vanno considerati i consueti 90 giorni di tempo dalla fine degli interventi.

Gli interventi per i quali è necessario tale adempimento sono i seguenti:

Componenti e tecnologieTipo di intervento
Strutture edilizie - riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno;
- riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi;
- riduzione della trasmittanza termica dei Pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno
Infissi - riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi
Impianti tecnologici - installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti;
- sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;
- sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
- pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
- sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto;
- microcogeneratori (Pe<50kWe);
- scaldacqua a pompa di calore;
- generatori di calore a biomassa;
- installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;
- installazione di sistemi di termoregolazione e building automation;
- installazione di impianti fotovoltaici
Elettrodomestici 2 (solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017) - forni;
- frigoriferi;
- lavastoviglie;
- piani cottura elettrici;
- lavasciuga;
- lavatrici

Iscriviti a Money.it