Come scrivere un curriculum vitae senza laurea

Giorgia Bonamoneta

20 Febbraio 2023 - 19:38

Non avere un laurea non è un limite per candidarsi in alcuni settori. Ecco come scrivere un curriculum vitae senza una laurea e come risaltare su altri candidati.

Come scrivere un curriculum vitae senza laurea

Il curriculum vitae è la fotografia del proprio percorso e sarà su questa foto che si baserà la prima l’impressione del reclutatore. Si tende a credere che non avere una laurea comporta non avere bisogno di un curriculum vite. Non è così. Anche solo gli studi dell’obbligo, liceo o istituto, si possono inserire, così come le esperienze lavorative o extra scolastiche. Infatti il curriculum vitae si può arricchire e rendere appetibile anche senza laurea o con poche esperienze e zero esperienze lavorative.

È vero, la laurea è sempre più richiesta per lavori ad alta specializzazione, ma può capitare che l’esperienza lavorativa coltivata nel tempo superi in alcuni ambiti le competenze di una persona neo-laureata. Si tratta di un profilo che solo l’azienda o il datore di lavoro può stabilire.

Ecco come scrivere un curriculum vitae senza il percorso universitario aggiunto alle proprie esperienze e competenze.

Scrivere il curriculum vitae: il paragrafo più letto

Qual è il paragrafo più letto nei curriculum dai reclutatori? Non sono le esperienze lavorative o di studio, ma il proprio “profilo”. Si tratta della parte iniziale, una sorta di mini lettera di presentazione, che si aggiunge al curriculum vitae subito sotto la foto e nel quale si descrive la propria persona brevemente e senza scendere troppo nel personale.

All’interno di questo spazio si possono aggiungere informazioni quale gli studi certo, ma anche le competenze extra scolastiche, le esperienze quali volontariato o hobby inerenti alla posizione a cui sti facendo richiesta e infine cosa si cerca per il proprio futuro lavorativo.

Attenzione: un consiglio è quello di modificare le “intenzioni” per il futuro a seconda dell’azienda a cui si invia il curriculum vitae. Ponendo la giusta attenzione a questa parte del “profilo” si può spiccare su altri candidati.

Scrivere il curriculum vitae: neo diplomato o senza esperienze

Scrivere un curriculum vitae senza esperienze pregresse di lavoro o senza un percorso di studi è possibile. Il candidato avrà fatto alcune esperienze nella propria vita, anche non lavorative o avrà raggiunto almeno un determinato obiettivo scolastico. Non serve aver raggiunto la laurea per poter dire di aver conseguito il diploma e quale percorso di studi si è scelto.

Mentre per le competenze lavorative, se ci sono, vanno tutte segnalate; va bene anche il lavoro estivo, senza contratto, con annesse competenze guadagnate. Soprattutto è utile inserire pratiche di volontariato, scout o altre esperienza avute nel locale o all’estero come lo studio una lingua.

Per il curriculum vitae di una prima esperienza è utile inserire:

  • livello di studi raggiunto fino al momento della compilazione del cv;
  • volontariato (dove e quando) e le competenze/esperienze accumulate;
  • competenze linguistiche (con o senza certificato);
  • soggiorni all’estero ed esperienza guadagnata;
  • competenze acquisite;
  • hobby e interessi;
  • certificazioni;
  • contatti.

Scrivere il curriculum vitae: rinuncia degli studi

Può capitare che il percorso universitario è stato intrapreso, ma non portato a termine. In questo caso non si butta niente, neanche i crediti raggiunti, anche se non confermati con il diploma di laurea. Infatti all’interno del curriculum vitae si possono inserite tutte le competenze raggiunte fino al momento della rinuncia agli studi.

Queste competenze saranno intese in senso più ampio e generico, ma se ci sono stati dei corsi frequentati e conseguiti con un buon voto questi possono essere esplicitati. Di fatto così l’esperienza universitaria c’è stata, anche se non confermata con la laurea conclusiva. Le competenze possono comunque essere state raggiunte in ogni caso e a metterle alla prova non può che essere il datore di lavoro.

Dopotutto si tratta di quelle che sono definite anche competenze trasversali, come la comunicazione scritta e verbale, tirocini e formazione proveniente da convegni con o senza attestati che si possono accumulare. Insomma, si può scrivere un curriculum vitae convincente anche senza una laurea.

Argomenti

# Laurea
# Lavoro

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo